Questo articolo è stato letto 5 volte

Assistenza sugli immobili interamente informatizzata

Fonte: Il Sole 24 Ore

Entro il 4 settembre tutte le Pa centrali e locali dovranno riorganizzare i propri spazi secondo i criteri più stringenti (20/25 metri quadri per addetto) fissati dal Dl sulla spending review. Con l’assistenza del Demanio che sta lavorando all’informatizzazione dell’intera procedura. All’inizio della prossima settimana arriveranno infatti le istruzioni operative dell’Agenzia guidata da Stefano Scalera.
La bozza di circolare in possesso del Sole 24 Ore precisa che il calcolo del rapporto metri quadri/addetto sarà determinato prendendo a riferimento «la somma delle superfici lorde delle destinazioni d’uso ufficio, archivio, biblioteca, mensa» e «il numero di personale dipendente che occupa stabilmente l’edificio». Toccherà quindi a ogni amministrazione centrale o locale il compito di aggiornare sul portale Pa i dati relativi a ciascun immobile (sia esso di proprietà dello Stato, di terzi o appartenente a fondi immobiliari) utilizzato per le proprie finalità istituzionali. Ad esempio indicando come le superfici lorde sono ripartite tra le varie destinazioni d’uso.
Passando alla tempistica, in un campo che sarà disponibile on line entro fine luglio, dovranno essere quantificate le persone che occupano stabilmente l’edificio. A sua volta il Demanio renderà disponibile sul portale il calcolo automatico del parametro mq/addetto per ogni immobile utilizzato. Riservandosi di fornire entro il 6 settembre tutte le indicazioni per elaborare i piani di razionalizzazione degli spazi così da assicurare il massimo risparmio della spesa pubblica.
Una volta ottenute tutte queste informazioni l’Agenzia provvederà a mettere sul portale Pa, entro il 31 ottobre, una serie di indicatori che serviranno agli enti per il monitoraggio dei costi di occupazione, sulla base non solo dei canoni di locazione ma anche delle spese per manutenzione e utenze, degli spazi utilizzati, con una suddivisione della superficie per uffici e quella per archivio, e dell’efficienza energetica, con consumi di energia e acqua parametrati sul numero di utilizzatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *