ANAC: chiarimenti sugli incentivi per funzioni tecniche

Attraverso comunicato del 6 settembre 2017, depositato in data 13 settembre 2017, l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha precisato quanto segue:

“Sono pervenute a questa Autorità alcune richieste di chiarimenti in ordine all’applicabilità temporale della disciplina dell’incentivo per le attività professionali svolte da personale interno ex art. 113 del d.lgs. 50/2016. Attesa la rilevanza di carattere generale delle questioni poste, il Consiglio dell’Autorità ha ritenuto di predisporre il presente comunicato.
In linea generale, nel settore degli appalti pubblici vige il principio, riprodotto anche all’art. 216, comma 1, del d.lgs. 50/2016, secondo il quale l’applicabilità di una disposizione normativa è valutata sulla base dell’entrata in vigore della stessa al momento della pubblicazione del bando di gara o dell’invio della lettera di invito.
Tuttavia, con specifico riferimento alle attività oggetto di incentivazione, non può non rilevarsi come alcune di esse, quali la programmazione della spesa, la valutazione preventiva dei progetti, la  predisposizione della procedura di gara, espressamente enunciate dall’art. 113 del d.lgs. 50/2016, intervengano in una fase precedente all’avvio della procedura di selezione dell’aggiudicatario”.

>> CONSULTA IL COMUNICATO INTEGRALE DELL’ANAC.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

One thought on “ANAC: chiarimenti sugli incentivi per funzioni tecniche

  1. Gradirei sapere se la disciplina dell’incentivo per le attività professionali deve essere applicata anche per i tecnici che operano nei “settori speciali” oppure se tali settori sono esclusi.
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.