Questo articolo è stato letto 1 volte

Patto di stabilità interno 2015, rimodulazione degli obiettivi dei comuni connessa alla gestione di funzioni e servizi in forma associata

In attuazione dell’articolo 31, commi 6-bis e 6-ter, della legge n. 183 del 2011, che prevedono la riduzione degli obiettivi dei comuni che gestiscono, in qualità di capofila, funzioni e servizi in forma associata ed il corrispondente aumento degli obiettivi dei comuni associati non capofila, sulla base di un accordo tra i comuni interessati e fermo restando l’obiettivo finanziario complessivamente attribuito agli enti che sottoscrivono l’accordo, si comunica che è stato aggiornato il prospetto degli obiettivi 2015-2018 dei predetti enti, sulla base dei dati comunicati dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI).

La suddetta rimodulazione dell’obiettivo (in riduzione per i comuni associati capofila ed in aumento per i comuni associati non capofila) trova evidenza nella “fase 4” del modello di calcolo degli obiettivi programmatici OB/15/C presente nell’applicativo web dedicato al patto di stabilità interno http://pattostabilitainterno.tesoro.it/Patto/.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *