Lodi, da 60 anni non perde un solo consiglio comunale

Fonte: Corriere della Sera

“Ho fatto barba e capelli ad assessori e consiglieri comunali di Lodi e nella mia bottega per sessant’anni ho raccolto i segreti della politica lodigiana”. In più Erminio Macchioni, storico parrucchiere in pensione con il pallino della politica, ha trasferito la sua passione per l’amministrazione della città in consiglio comunale, diventandone di gran lunga il frequentatore più assiduo. Dal 1958, suo esordio fra i banchi di palazzo Broletto, non se ne perde uno. «Non è vero — ridacchia lui —: se in sessant’anni se ne sono celebrati mille ne avrò visti almeno 950». Ancora un anno e mezzo di mandato e arriverà a sfondare la quota. Sessioni anche interminabili. E lui sempre lì fino alla fine, sulla sua sedia centrale in prima fila, faccia al sindaco, nell’angusto spazio per il pubblico. Mai una volta che si sia alzato e se ne sia andato via prima. Il suo posto è sacro, tranne all’insediamento di un nuovo sindaco dopo le elezioni…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.