Questo articolo è stato letto 82 volte

L’Emilia Romagna taglia i vitalizi degli ex consiglieri

Fonte: La Repubblica

Asse tra Pd e Movimento 5 Stelle sul taglio dei vitalizi degli ex consiglieri regionali. Viale Aldo Moro, che ha già abolito i vitalizi per gli attuali eletti, mette mano alle forbici anche sulle pensioni degli ex. La legge, dopo una gestazione due anni, è stata approvata ieri col sì di democratici, pentastellati e Sinistra Italiana e con l’astensione di tutti gli altri, da Mdp al centrodestra. Il risparmio è di almeno un milione di euro in questa legislatura.
Tre le novità della nuova legge: innalzamento dell’età “pensionabile” degli ex consiglieri (da 60 a 67 anni); decurtazione di “solidarietà” del vitalizio per tre anni; e divieto di cumulo con altri vitalizi. Rispetto a quest’ultimo punto, a fare le spese della nuova legge è anche qualche illustre ex. Primo fra tutti Pierluigi Bersani, che in caso di ritiro dalla politica poteva contare, fino a ieri, su almeno due vitalizi: quello da ex consigliere regionale (ed ex presidente di Regione) e quello da parlamentare. Con le nuove norme Bersani dovrà scegliere quale delle due “pensioni” incassare mensilmente. Se optasse per quella da parlamentare gli verranno comunque rimborsati i fondi versati per il vitalizio regionale.

Altro punto cardine della legge è l’equiparazione degli ex consiglieri ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *