GDPR: nessuna pronuncia sul differimento relativo al Regolamento Privacy

Diamo evidenza al comunicato emesso nel pomeriggio di ieri 19 aprile dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di entrata in vigore del nuovo Regolamento Privacy (2016/679 – GDPR), nel quale si afferma che “Con riferimento a notizie circolanti in Internet è necessario precisare che non è vero che il Garante per la protezione dei dati si sia pronunciato sul differimento dello svolgimento delle funzioni ispettive e sanzionatorie né il provvedimento richiamato nei siti attiene a tale materia. Nessun provvedimento del Garante, peraltro, potrebbe incidere sulla data di entrata in vigore del Regolamento europeo fissata al 25 maggio 2018”.

>> CONSULTA IL COMUNICATO DEL GARANTE.

>> CONSULTA LO SPECIALE SUL NUOVO REGOLAMENTO PRIVACY.

>> SCOPRI QUI TUTTE LE SOLUZIONI MAGGIOLI PER ADEMPIERE IN MANIERA CORRETTA AGLI OBBLIGHI DEL NUOVO REGOLAMENTO PRIVACY.

[libprof code=”65″ mode=”inline”]

FORMAZIONE ONLINE
Il nuovo Regolamento europeo 679/2016 sulla protezione dei dati personali
Corso online per la formazione obbligatoria dei dipendenti nelle Amministrazioni e Aziende Pubbliche

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.