Questo articolo è stato letto 32 volte

Cultura, Bonus 500 euro ai diciottenni: le indicazioni per i Comuni

Dallo scorso 15 settembre  tutti i diciottenni residenti nei Comuni italiani avranno diritto a 500 euro da spendere in cultura. È divenuto infatti operativo “18app”, il bonus ideato dal Governo Renzi nato dall’idea che per ogni euro investito in sicurezza, un euro vada investito in cultura. Ed è proprio per questo motivo che il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini ed il presidente dell’ANCI Piero Fassino hanno inviato una lettera a tutti i Sindaci italiani, al fine di illustrare le modalità operative di accesso al bonus. L’invito ai Sindaci è quello di diffondere capillarmente, sia presso i giovani destinatari del bonus che presso gli esercenti, le informazioni su questa importante ed inedita iniziativa, e “far aderire i musei e i teatri comunali”.

Chi ha compiuto o compirà 18 anni nel 2016, dunque, potrà per oltre un anno spendere 500 euro entrando nei musei o nelle aree archeologiche, vedendo un film, una mostra o uno spettacolo teatrale, ascoltando un concerto, comprando un libro. Un incentivo a fruire dei nostri beni culturali, insomma, per i ragazzi che entrano ufficialmente nell’età adulta.

Per accedere al fondo è sufficiente registrarsi al sito www.18app.it (o www.diciottapp.it), al quale dovranno registrarsi anche gli esercenti, tra i quali Comuni e musei comunali. Nello specifico, i 500 euro potranno essere usati per acquistare biglietti o abbonamenti per cinema e teatro, biglietti per concerti e spettacoli dal vivo, libri, biglietti di accesso a musei, mostre, aree archeologiche, monumenti, gallerie, fiere culturali, parchi naturali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *