Questo articolo è stato letto 2 volte

Turismo: 2014 ancora in giro per l’Europa…

La nuova indagine Eurobarometro mostra che la tendenza positiva del settore turistico, uno dei capisaldi dell’economia europea durante la crisi economica, continuerà nel 2014.

Nel 2013 il settore turistico è stato un volano della crescita economica grazie a una forte domanda interna ed europea. Sempre più viaggiatori europei – il 38% degli intervistati – hanno scelto di visitare un altro paese dell’Unione, il 5% in più rispetto al 2012. Allo stesso tempo soltanto il 42% delle persone, ha trascorso le proprie vacanze nel proprio paese, il 5% in meno rispetto al 2012.

I dati della nuova indagine Eurobarometro, evidenziano che soltanto l’11% dei cittadini europei pensa di non lasciare il proprio luogo di residenza nel 2014 a causa della situazione economica attuale, nonostante le motivazioni d’ordine finanziario si facciano sentire. Il 44% di chi tra gli intervistati non ha fatto vacanze nel 2013 ha rinunciato soprattutto  per  ragioni finanziarie.

Nel 2014 quattro cittadini europei su dieci intendono trascorrere le loro vacanze nel loro paese, tre su dieci in un altro paese europeo e più di quattro su dieci intendono fare almeno uno dei loro viaggi entro i confini europei. Il 24% degli intervistati prevede invece, di recarsi in un paese extraeuropeo, ma soltanto il 16% trascorrerà le vacanze principali fuori dell’Unione.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l’Industria e l’imprenditoria, ha espresso i suoi commenti sulle preferenze degli intervistati e sulle prospettive offerte dall’indagine: “Nella mia qualità di Commissario europeo responsabile per il turismo, non posso nascondere il mio entusiasmo. Gli atteggiamenti degli europei nei confronti dei viaggi, come risulta dalla pubblicazione odierna,  sono indice di un rendimento affidabile e rimarchevole del settore turistico che continua ad essere il valido volano economico della ripresa dell’Unione europea.

Il Vicepresidente Tajani ha partecipato all’inaugurazione della Borsa Internazionale del Turismo-BIT 2014. Presso lo stand della Commissione europea ha inoltre presentato “Tasting Europe“, il nuovo portale per il turismo enogastronomico europeo che raccoglie sagre e festival d’Europa.

Altri aspetti evidenziati nell’indagine Eurobarometro mostrano che i cittadini europei preferiscono posti assolati e che sono soprattutto gli aspetti naturalistici a spingere i visitatori a ritornare nello stesso posto. Le cinque destinazioni di vacanza più popolari in Europa continuano ad essere la Spagna, la Francia, l’Italia, la Germania e l’Austria.

Anche secondo Eurostat il settore del turismo presenta cifre da record nel 2013. Il numero totale di pernottamenti in strutture turistiche in tutti e 28 gli Stati membri dell’UE ha registrato un aumento dell’1,6% nel 2013 raggiungendo una cifra record di 2,6 miliardi di pernottamenti rispetto al 2012.

(Fonte: Commissione europea)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>