Questo articolo è stato letto 0 volte

Trasferimenti, scure del Governo sulle regioni

La riduzione delle risorse statali alle Regioni è stata formalizzata definitivamente con la pubblicazione del d.P.C.M. 28 gennaio 2011 nella Gazzetta Ufficiale di ieri n. 78/2011. Per il 2011 le riduzioni delle risorse statali a qualunque titolo spettanti alle Regioni a Statuto ordinario ammontano a 4.000 miliardi e sono ripartite tra le amministrazioni in base alla tabella  allegata al decreto. Dai tagli sono escluse le risorse dell’edilizia sanitaria pubblica (558,7 milioni), della salute umana e sanità veterinaria (173,9  milioni), nonché una quota di quelle necessarie per il trasporto pubblico locale (372,1 milioni).

LA RIPARTIZIONE

ABRUZZO

137.416.814

BASILICATA

88.378.132

CALABRIA

168.261.511

CAMPANIA

380.690.135

E. ROMAGNA

346.797.426

LAZIO

422.826.953

LIGURIA

154.481.285

LOMBARDIA

624.209.120

MARCHE

125.476.329

MOLISE

44.572.650

PIEMONTE

396.007.812

PUGLIA

301.900.734

TOSCANA

360.142.853

UMBRIA

99.298.876

VENETO

349.539.370

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>