Questo articolo è stato letto 0 volte

L’Anci sostiene la creatività dei giovani

Fonte: Italia Oggi

I comuni che superano i 50 mila residenti e le unioni di comuni potranno veder finanziate fino al 70% le proprie iniziative che muovono i giovani verso l’arte. L’Anci ha individuato quattro specifiche linee di intervento come beneficiarie dei contributi. La prima di questi «interventi a favore della formazione e della ricerca» riguarda corsi, workshop, laboratori, conferenze, tirocini, nonché incontri formativi con esperti, artisti, docenti, specialisti, residenze artistiche, servizi di consulenza e per concludere anche l’attuazione di ricerche, analisi e studi di settore. Ancora troveranno sostegno gli «interventi a favore della produzione artistica» come l’attivazione di forme di sostegno dedicate e investimenti, facilitazioni logistiche e strumentali, distribuzione e commercializzazione delle opere, cooperazione con istituzioni culturali, imprese, artigiani e organizzazioni commerciali e sviluppo dell’imprenditorialità degli artisti. Non sono stati esclusi nemmeno gli «interventi per la mobilità» che mirano alla circuitazione nazionale e internazionale degli artisti, degli operatori e delle opere e al sostegno alla reciprocità delle esperienze attraverso scambi e programmi di rete. La quarta e ultima tipologia di progetti finanziabili è relativa a «interventi di promozione» che possono spaziare dalla realizzazione di eventi e rassegne allo scopo di favorire l’incontro con il pubblico, gli operatori professionali e le istituzioni culturali, alla creazione di strumenti a supporto delle carriere facilitando il rapporto fra creatività e mercato. Il termine ultimo per presentare domanda di contributo è il primo luglio prossimo. Sono finanziabili i progetti avviati successivamente alla sottoscrizione della Convenzione e che si concluderanno entro il 31 dicembre 2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *