Questo articolo è stato letto 0 volte

UE, Macroregione alpina: Moavero, strumento per migliore coordinamento uso fondi europei

Lo scorso 18 ottobre è stata lanciata a Grenoble la Strategia per la Regione Alpina nel corso di una seduta congiunta dei rappresentanti degli Stati e delle Regioni che si affacciano sull’arco alpino. Si tratta di un quadro di cooperazione europea che coinvolge direttamente le amministrazioni regionali e degli enti locali e che può rappresentare una importante occasione per avvicinare l’Unione e le sue politiche pubbliche ai cittadini, al territorio, alle comunità.

L’iniziativa è stata preparata il 17 ottobre nell’incontro che il Ministro per gli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, ha avuto con suoi omologhi di Francia, Thierry Repentin, e Germania, Michael Link. La Strategia per la Regione Alpina, spiega il Ministro Moavero, rappresenta “un’occasione per sviluppare una positiva cooperazione interregionale che avvicini al territorio la percezione dell’azione dell’Unione e garantisca un coinvolgimento più diretto delle Regioni e degli Enti locali. La ‘Macroregione Alpina’ potrà essere un rilevante strumento per un migliore coordinamento dell’utilizzazione dei fondi UE per la coesione economica e sociale e per molte altre iniziative di reciproco interesse fra aree geografiche contigue in molteplici settori“.

Moavero ha poi aggiunto che è “un impegno del governo arrivare nel corso del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea alla realizzazione di un piano per dare compiuta attuazione alla macroregione alpina”.

Nella riunione i ministri Moavero, Repentin e Link hanno avuto un proficuo scambio di opinioni sui temi all’ordine del giorno del Consiglio UE Affari Generali di oggi 22 ottobre a Lussemburgo che prepara il Consiglio europeo dei Capi di Stato e di Governo previsto il 24 e 25 ottobre. Al centro dei colloqui i temi dell'”agenda digitale” e dell’innovazione, le questioni attinenti al rilancio delle politiche UE per la crescita e l’occupazione, i progressi da fare con riguardo ai meccanismi di governo dell’Unione economica e monetaria. Particolare attenzione è stata dedicata al tema delle ‘migrazioni’ che, su domanda italiana, è stato inserito nell’ordine del giorno del Vertice europeo della prossima settimana.

(Fonte: Dipartimento politiche europee)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>