Questo articolo è stato letto 0 volte

Questione Rom, Bresso: “discriminazione è violazione diritti umani”

La lotta contro i pregiudizi e gli atteggiamenti ostili relativi ai Rom è al centro di un progetto di parere del Comitato delle regioni e dei poteri locali(CdR) che propone misure concrete per migliorare l’integrazione delle popolazioni Rom. Appoggiando la posizione della Commissione europea, il CdR  chiede agli Stati membri, alle regioni ed agli enti locali di applicare con decisione i diritti fondamentali iscritti nei Trattati europei e di lottare contro qualsiasi forma di discriminazione delle popolazioni Rom. A tal fine è necessaria una maggiore sensibilizzazione delle amministrazioni nazionali, regionali e locali per evitare che vengano adottate misure inadeguate o illegali.
Le proposte verranno discusse il 29 settembre prossimo a Bruxelles, in presenza di Lívia Járóka, relatrice per il Parlamento europeo sulla questione Rom e lei stessa esponente della minoranza Rom.
La Presidente del CdR Mercedes Bresso ha sottolineato che “spesso le comunità Rom sono ancora vittime di discriminazione ed esclusione sociale, anche nei paesi europei, e questa situazione è contraria ai valori fondamentali dell’Unione europea e costituisce una violazione dei diritti umani. È necessario agire per far sì che le amministrazioni nazionali, regionali e locali siano più consapevoli della loro responsabilità di rispettare i diritti fondamentali di ogni cittadino europeo.”

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>