Questo articolo è stato letto 45 volte

Pagare tasse, multe e tributi via internet: il Governo rilancia PagoPa

L’Italia riprova a dare ai cittadini i pagamenti veloci, con un clic su internet, di servizi della pubblica amministrazione. Tasse scolastiche, rifiuti, tributi. Funziona così il progetto PagoPA, lanciato già nel 2013 dall’Agenzia per L’Italia Digitale (AgID), e che ora – dopo anni di flop – va verso una nuova vita.
I più grandi Comuni italiani – tra cui Roma, Milano, Torino, Palermo e Bari – hanno aderito al progetto rendendo disponibili i pagamenti online. Per ora solo sul sito del Comune, con tutte le asperità del caso. Entro il 2017 sarà possibile farlo anche tramite cellulare, ricevendo notifiche per i pagamenti in scadenza e per le ricevute di avvenuto pagamento.

È quanto ha appena annunciato il Team Digital di Diego Piacentini, il commissario all’Agenda digitale presso la Presidenza del Consiglio, in collaborazione con l’Agenzia per l’Italia Digitale. Che finora PagoPa sia stato un flop ci sono pochi dubbi…

Continua a leggere su: La Repubblica

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>