Questo articolo è stato letto 0 volte

“Mettiamoci la faccia”: 425.000 feedback nel solo mese di gennaio

L’iniziativa “Mettiamoci la faccia”, il sistema di rilevazione della customer satisfaction basato sugli emoticon (le cosiddette ‘faccine’) promosso dal Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione Renato Brunetta, inizia il 2011 con un risultato molto positivo: nel mese di gennaio sono stati infatti raccolti poco più di 425.000 giudizi. Con l’inizio del nuovo anno la rilevazione è stata avviata presso l’azienda Fiumicino Tributi spa mentre Poste Italiane ha continuato l’ampliamento territoriale, percorso intrapreso anche da Inpdap, che ha avviato l’uso delle ‘faccine’ in diverse sedi dislocate sul territorio nazionale. Nel complesso sono adesso 521 gli uffici (per un totale di 2.557 sportelli) in cui è attivo il sistema di rilevazione della customer satisfaction. 
A gennaio le valutazioni settimanali sono state in media 106.372: numeri che, oltre a evidenziare una crescita del 30% rispetto al mese precedente, rappresentano il risultato più elevato di partecipazione dei cittadini dall’avvio dell’iniziativa. A oggi i giudizi raccolti si avvicinano complessivamente ai 6 milioni (5.759.588). Il tasso di partecipazione si mantiene stabile per i tre canali, con una propensione maggiore a valutare i servizi di sportello (14% il dato aggregato). I feedback continuano a essere largamente positivi: per i servizi erogati tramite sportello nelle prime quattro settimane del nuovo anno si registra un leggero calo nel livello di soddisfazione (84%) mentre le ‘faccine’ verdi crescono al telefono (l’86% esprime una valutazione positiva). Resta infine stabile il dato sul web: a gennaio il 79% si dichiara soddisfatto del servizio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>