Questo articolo è stato letto 96 volte

Manovra 2018: il testo giunge in Aula

Fonte: La Repubblica

Nella notte tra martedì e mercoledì la Manovra per l’anno 2018 è stata approvata dalla commissione Bilancio del Senato, che ha dato il mandato al relatore per portare il testo in Aula. Non sono mancate le novità delle ultime ore in un provvedimento che – come sempre accade – si è via via arricchito di alcuni provvedimenti da una parte costruiti per tenere insieme i pezzi della maggioranza e gettare le basi delle future alleanze, ma d’altra parte contenuti nella loro portata per non generare squilibi finanziari da spiegare all’Europa.
E così nelle ultime modifiche è entrato il Bonus bebè, confermato a 80 euro per il 2018 e poi reso strutturale, ma dimezzato a 40 euro, dall’anno dopo. Resta a 25.000 euro la soglia Isee per accedere. Risorse, ma meno delle richieste dei partiti (Mdp in questo caso) nel Fondo strutturale da 60 milioni l’anno per “agevolare l’accesso alle prestazioni sanitarie” a “specifiche categorie di soggetti vulnerabili”. Gli sgravi sul superticket delle Regioni…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>