Questo articolo è stato letto 0 volte

Jesolo spende 781mila euro per le miss Italia di Raiuno

Nel momento più difficile per gli enti locali, il comune di Jesolo ha speso 781mila euro per apparire su Raiuno. La serata finale di miss Italia nel mondo, che ha visto Kimberly Castillo Mota (miss repubblica Dominicana) vincere il titolo, è stata trasmessa dal palazzo del Turismo di Jesolo, condotta da Massimo Giletti e Cristina Chiabotto, e ha avuto un ascolto di 3.520.000 telespettatori, con uno share del 18,71 per cento. Che non è certo da record. Ma il commento di circostanza da parte del servizio pubblico radiotelevisivo è degno di nota, come ha riferito Il Velino: «È un ascolto in media con la rete e, quindi, siamo molto soddisfatti», ha detto nella conferenza stampa di chiusura della manifestazione il capo struttura di RaiUno Antonio Azzalini, che ha elogiato il lavoro del regista Maurizio Pagnussat e la conduzione di Giletti e Chiabotto. Ha anche riferito delle trattative avviate per affidare la presidenza della giuria a Elisabeth Harley oppure a Alain Delon, che però hanno rinunciato a causa dei loro impegni. La scelta di Mara Venier «è stata comunque un’ottima soluzione». Anche il sindaco di Jesolo Francesco Calzavara ha apprezzato lo spettacolo, che ha definito di alto livello e, alludendo al problema della scelta della sede delle finali, si è augurato che nelle prossime settimane siano fatte «scelte condivise» in modo da poter operare con tranquillità. «Fateci lavorare»: è ciò che ha chiesto anche la patron Patrizia Mirigliani, figlia del fondatore della kermesse, Enzo. «L’incertezza tra Salsomaggiore e Jesolo, tra l’Emilia e il Veneto ci ha creato gravi difficoltà che si fanno sentire in vari modi nella nostra attività», e la patron ha anche riferito del successo riportato da Miss Italia Channel, la tv web del concorso. Certo, per avere le telecamere le casse del comune di Jesolo sono state messe a dura prova, così come quelle della giunta regionale del Veneto, che ha speso 230mila euro, con la benedizione dell’assessore al turismo Marino Finozzi, gongolante per l’iniziativa.

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>