Questo articolo è stato letto 0 volte

Inpdap trasparente

Arriva l’estratto conto online dell’Inpdap. Anche i dipendenti della pubblica amministrazione, così come quelli del settore privato, potranno consultare direttamente da casa la propria posizione assicurativa semplicemente collegandosi al sito dell’Inpdap. Il servizio sarà attivato gradualmente, dopo la fase di sperimentazione già partita in otto enti locali dell’Umbria (i comuni di Gualdo Tadino, Castiglione del Lago, Marsciano, Amelia, Montecastrilli, Guardea e Collazzone e l’Azienda Speciale Farmacie Municipali di Terni). Sarà poi la volta dei dipendenti di due amministrazioni pubbliche per ogni regione, mentre nel corso del 2011 la platea degli iscritti che potrà fruire del servizio estratto conto on-line aumenterà fino a raggiungere tutti i pubblici dipendenti. A regime ogni cittadino iscritto all’Istituto guidato da Paolo Crescimbeni potrà, da casa, visualizzare e stampare la propria posizione assicurativa, così come risulta dalla banca dati dell’Istituto (estratto conto informativo). A questo punto, se necessario, potrà richiedere, tramite internet, alla sede Inpdap di competenza le eventuali modifiche o integrazioni dell’estratto conto (variazioni anagrafiche, dei periodi di servizio, delle retribuzioni, dei periodi riconosciuti). L’iscritto avrà anche la possibilità di visualizzare una simulazione di quello che sarà il tasso di sostituzione tra l’ultimo stipendio e la prima pensione futura. Restano comunque invariati i canali tradizionali attualmente vigenti per la consultazione della propria posizione assicurativa e l’eventuale inoltro di richieste di variazione. L’iscritto, infatti, per ottenere tali servizi può, previo conferimento di mandato, rivolgersi agli istituti di patronato o recarsi presso la sede Inpdap. L’iscritto Inpdap, dipendente di uno degli enti pubblici che saranno via via abilitati, può accedere al servizio attraverso un codice personale di accesso (Pin) per garantire la necessaria riservatezza nella fruizione dei servizi in linea. Per ottenere il Pin è sufficiente entrare, dalla home page di www.inpdap.gov.it, in Servizi in linea, Iscritti, Autoregistrazione e seguire le indicazioni del sistema. Una prima metà del codice viene rilasciata automaticamente, l’altra metà viene inviata per posta all’indirizzo di residenza dell’iscritto. Lo stesso Pin, in futuro, consentirà l’accesso anche ad altri «servizi al cittadino»: l’estratto conto on-line è il primo di questi a essere attivato.

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>