Questo articolo è stato letto 0 volte

Imprese, Scia: giro di vite telematico dal ministero dello Sviluppo economico

Il Ministero dello sviluppo economico promuove un giro di vite per concretizzare “l’impresa in un giorno”. Messi al bando i documenti cartacei, dal prossimo 1 aprile l’unico modo per dare il via ad un’attività che non richiede autorizzazioni da soggetti terzi sarà quello telematico.
Il ministero ha infatti stabilito che entro il 31 marzo i comuni sono tenuti a farsi accreditare dallo stesso ministero nella lista degli sportelli unici attività produttive (Suap), solo attraverso la trasmissione telematica degli atti. E dal primo aprile i Suap opereranno ricevendo la Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) solo on line.
La prima conseguenza di queste novità sarà l’inevitabile affanno di quei comuni che non si sono messi al passo con l’informatizzazione delle procedure. Secondo i dati forniti dal Sole24Ore, ad oggi i Suap operativi a pieno regime sono 3297, ma solo il 25% sono stati automatizzati. Per ovviare a questa situazione, nei comuni non informatizzati saranno le Camere di commercio a farsi carico di ricevere le documentazioni online, per poi trasmetterle al comune per la gestione della pratica.
Queste novità, comunque, riguarderanno solo le imprese che per avviare l’attività non necessitano di autorizzazioni da enti terzi. Per quelle che invece devono procedere attraverso un iter autorizzativo, l’obbligo di automatizzazione delle procedure sarà perentorio solo a partire dal prossimo 1 ottobre.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>