Questo articolo è stato letto 0 volte

Il menù di questa estate: frutta, verdura e ancora verdura!

Nonostante le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la maggior parte dei cittadini europei non mangia abbastanza frutta e verdura. L’OMS ritiene che per una dieta bilanciata ne dovremmo mangiare almeno 400 grammi al giorno. Tutti i nutrizionisti sottolineano l’importanza di mangiare una maggiore quantità di questi alimenti per restare in forma: sono sicuri e fanno bene alla nostra salute. >> il menù dell’estate

Fanno bene alla salute
Le generazioni passano ed è sempre la stessa cosa: in confronto ai nostri genitori e ai nostri nonni mangiamo sempre meno verdura.
Ne mangiamo ancora meno dopo la cosiddetta “emergenza E. Coli” di giugno. Da allora i consumi stanno riprendendo, ma non sono ancora tornati alla normalità,
nonostante ora si abbia la certezza che cetrioli, pomodori, peperoni, zucchine, ecc. non hanno avuto niente a che fare con l’emergenza.

Più sicuri che in qualsiasi altra parte del mondo
Gli standard di sicurezza dell’Unione Europea sono ampiamente riconosciuti come i più elevati del mondo. Dal campo alla tavola, la sicurezza è controllata in ogni fase. Inoltre, grazie al know-how dei nostri produttori – sostenuto da forti politiche europee sugli alimenti e sull’agricoltura – la qualità dei nostri cibi non è seconda a nessuno nel mondo.

Di nuovo sulla nostra tavola
Nelle ultime settimane, la crisi ha costretto gli agricoltori a gettare verdure perfettamente sane che non si riuscivano a vendere. Per aiutare i produttori a
superare questo periodo difficile, la Commissione Europea ha messo a disposizione un fondo di emergenza di 210 milioni di Euro, ma la soluzione reale è nelle mani dei consumatori, che devono tornare ad acquistare come prima e anche di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *