Questo articolo è stato letto 0 volte

Il fisco federale piace di più nei grandi centri

Italiani divisi sul federalismo, con il 53% degli italiani che si dichiara contrario e il 47% favorevole. Ma anche sull’abolizione dell’Ici per la prima casa: se quella varata nel 2006 dal Governo Prodi ha ottenuto il consenso del 79,1% dei cittadini, la successiva, del Governo Berlusconi risulta aver raccolto solo il 56,9% dei favorevoli con un corrispondente aumento delle preoccupazioni per un possibile danno alle casse degli enti locali. Cosa pensano i cittadini del federalismo che già esiste è stato il filo conduttore della ricerca condotta da Eures-Fondazione Etica e contenuta nel volume «Il Federalismo che già c’è» a cura di Paola Caporossi e Gregorio Gitti, presentato ieri, a Milano, al Circolo della stampa. Secondo gli esiti della ricerca il federalismo piace di più nei grandi centri con un livello di benessere maggiore piuttosto che nei piccoli Comuni dove l’economia arranca. E se federalismo deve essere, per la maggioranza di chi ne è consapevole (22,7%) sia «solidale» e solo per il 19,8% «autonomista», (il 40% non ha in mente alcun modello.

Continua a leggere su: Il Sole 24 Ore

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>