Questo articolo è stato letto 1 volte

GECT, opportunità Europa

Il 14 febbraio, nel giorno del trentennale del Progetto Spinelli, l’AICCRE ha svolto il Convegno studio su GECT, Macroregioni e nuovi bandi comunitari, perché, come ha sottolineato Giuseppe Abbati, “L’Europa si costruisce soprattutto concretamente, ed in Italia abbiamo un problema di scarso utilizzo dei fondi strutturali. Per questo è necessario sfruttare al massimo gli strumenti comunitari: I GECT, infatti, possono preparare progetti ed attingere ai Fondi europei. Le Macroregioni sono nuove forme rafforzate di governo dell’Unione europea perché facilitano il consenso su temi di interesse comune, tra realtà territoriali di Stati membri appartenenti ad una stessa area. A novembre 2013 i GECT realizzati erano 41 ed hanno coinvolto oltre 700 Enti locali e molti Stati. Inoltre, per approfondire la conoscenza delle risorse messe a disposizione dall’Unione europea sono intervenute Maria Cristina Lacagnina e Marzia Santone, funzionarie del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che hanno illustrato il programma ed i bandi di “Europa creativa ” , il nuovo strumento comunitario che riunisce i precedenti programmi Cultura 2007-2013, MEDIA 2007 e MEDIA Mundus e che può vantare un budget di quasi 1 miliardo e mezzo di euro per i prossimi sei anni: un’altra grande opportunità per lo sviluppo dei nostri territori. Nel corso del Convegno è intervenutoVincenzo Menna, Segretario generale dell’AICCRE, che ha sottolineato come l’AICCRE si stia adoperando per riavvicinare l’Europa ai cittadini “che negli ultimi hanno perso la fiducia nel Sistema Europa”. Per questo, ha informato tra l’altro Menna, “lunedì lanceremo l’iniziativa ‘mille consigli per l’Europa’, che vedrà la mobilitazione di migliaia di consigli comunali, provinciali e regionali in un confronto con la società civile sul tema dell’Europa”.Frederic Vallier, Segretario generale del CCRE, ha dato il proprio sostegno alle iniziative dell’AICCRE anche perché questa “è una fase cruciale del processo di integrazione europea e le prossime elezioni europee saranno fondamentali”. Vallier ha anche recepito una indicazione del Presidente della Consulta AICCRE Cittadinanza europea e gemellaggi Giuseppe Valerio ed ha annunciato che “il Premio Martini sui gemellaggi avrà al più presto una dimensione europea”.

(Fonte: Aiccre)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *