Questo articolo è stato letto 949 volte

Fondazione di partecipazione costituita o partecipata dall’Ente locale: limiti

Fondazione di partecipazione costituita
Fondazione di partecipazione costituita

Assume rilievo la deliberazione della Corte dei Conti (Sez. controllo per la Basilicata) 2 ottobre 2017, n. 52 in materia di fondazioni di partecipazione costituite o partecipate da Enti locali ed altri soggetti pubblico e/o privati.
La deliberazione si occupa del tema della fondazione di partecipazione: un istituto che rappresenta lo strumento attraverso il quale un Ente pubblico persegue uno scopo di utilità generale, nel tentativo di creare un sodalizio (partnership) pubblico-privato tale da poter ricorrere e/o usufruire di maggiori disponibilità finanziarie, revenienti dall’esterno, e di attività maggiormente qualificate di amministrazione (management) nella gestione dei servizi. Si è consolidata la tesi secondo cui, trattandosi di un negozio giuridico a struttura aperta, per individuare la disciplina applicabile, occorre avere riguardo alla fattispecie concreta e, in particolare, alle clausole statutarie.

>> CONSULTA LA DELIBERAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI 2 OTTOBRE 2017, n. 52.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *