Questo articolo è stato letto 0 volte

Documenti e consigli in rete a chi vuole aprire un’impresa

ROMA – Aprire una gelateria, per chi non è del settore, può essere un’impresa titanica. Decine di autorizzazioni, certificati, file, rinvii, sorprese, imprevisti. Emagari quando ti presenti all’ufficio dove pensi di poter richiedere e ottenere il bollo definitivo vieni respinto altrove. È nato per rendere più semplice il percorso agli aspiranti imprenditori alla prima esperienza il portale internet www.giovaneimpresa. it, iniziativa del ministro della Gioventù Giorgia Meloni. Oltre mille pagine web, circa 200 documenti scaricabili, 130 schede di attività, suddivise per tipologia e altre informazioni necessarie per avviare un’azienda. Oltre all’offerta di tutoraggio e di consulenza elettronica gratuita di esperti. Lo sportello web è una sfida alla burocrazia e ai farraginosi meccanismi che quasi sempre ostacolano la realizzazione di un progetto. Si trovano numeri di telefono, indirizzi di luoghi e persone giuste cui rivolgersi per non perdere tempo in ogni Regione italiana. Ad esempio dove registrare la nuova attività, quando, come, o anche i documenti necessari. «Vogliamo modificare la condizione di chi non proviene dal mondo dell’im-prenditoria e dunque si incammina lungo una via accidentata – dice il ministro Giorgia Meloni -. Oggi il successo di quello che vuoi realizzare non dipende dalle capacità ma dalle origini. Alcune società stanno addirittura prevedendo di inserire negli statuti una regola che nell’assunzione dia la precedenza ai figli dei dipendenti ». Il portale è stato costruito in collaborazione con i Giovani Imprenditori Confindustria, Confapi, Cna, Confcommercio e Anga (giovani Confagricoltura). L’obiettivo è accompagnare il neofita nelle fasi d’avvio di un’attività aziendale. I percorsi tra cui si può scegliere sono circa duecento. Ampio spazio è riservato a bandi e leggi di finanziamento regionali, nazionali o europei. Sono proprio i ritardi a pregiudicare in certi casi l’accesso ai fondi. E così chi ha avuto una buona idea rischia di non metterla in pratica. Il sito, che verrà aggiornato, si rivolge a un pubblico di navigatori tra 18 e 35 anni. Secondo la Meloni è stato creato uno strumento per «valorizzare la cultura dell’impresa ». Il servizio è completato da un forum dove gli iscritti possono scambiare informazioni ed esperienze per evitare di incorrere in errori già vissuti da altri.

Continua a leggere su: Corriere della Sera

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>