Questo articolo è stato letto 2 volte

Case di qualità e low cost

Housingcontest: bando europeo per creare un repertorio di progetti tipo di edilizia residenziale con elevate prestazioni tecniche e tecnologiche, con costi molto contenuti e con tempi di realizzazione garantiti. Già alla fine degli anni ’70, la regione Lombardia aveva varato due bandi per una raccolta in repertorio di progetti tipo per l’edilizia pubblica, da rendere disponibili alla pubbliche amministrazioni. Seguendo tale esempio, il comune di Milano, assessorato allo sviluppo del territorio, ha emesso un bando, ugualmente per la formazione di un repertorio, della durata di cinque anni, di progetti-tipo di edilizia residenziale, affinché l’imprenditoria disponga di un’esemplificazione concreta e significativa per caratteristiche tipologiche e tecnologiche di fabbricati realizzabili a basso costo. Con l’assessore Carlo Masseroli, il bando (disponibile sul sito www.housingcontest.com) è stato recentemente presentato da Claudio De Albertis, Rosario Messina, Gaetano Lisciandra, Daniela Volpi, per conto degli enti che sostengono l’iniziativa, Assimpredil, FederlegnoArredo, In/Arch, Ordine degli architetti. Possono partecipare le imprese singole, consorziate o temporaneamente associate, in possesso di idonei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi, iscritte a Soa; certificate En Iso 9001:2008 e che abbiano realizzato nell’ultimo decennio almeno 100 alloggi di edilizia residenziale. Queste, per la presentazione di uno o più progetti definitivi, dovranno essere affiancate da un gruppo di professionisti (architetto, ingegnere, strutturista, impiantista, iscritti agli ordini professionali), che potrà invece elaborare esclusivamente un progetto per ciascun tema; supportato dalla stipula di un regolare disciplinare di incarico, anche a garanzia della continuità del rapporto, per tutto il tempo di validità del repertorio. La richiesta di iscrizione deve essere inviata entro il 21/1/2011 alla società Aie Servizi (via San Maurilio, 21, Milano), con l’attestato di un versamento di euro 600; poi, entro il 31/5/2011, i concorrenti dovranno presentare gli elaborati, in formato A1, in scala 1:100, con dettagli, viste prospettiche, strutture, verifica della prestazione energetica e acustica, computo metrico estimativo, cronoprogramma, prezzo della costruzione e della fornitura degli arredi, riguardo a un edificio a torre di 12 piani; oppure a un edificio in linea di 5 piani (entrambi di slp di 5.000 m), da localizzare in Milano; composti da mono, bi, tri, quadrilocali (35-100 m circa), box e cantine. Il costo al mq non dovrà essere superiore a 1.600 al mq. I concorrenti avranno a disposizione un abaco degli elementi di arredo e di finitura, predisposto da FederlegnoArredo. In giuria: Pierluigi Nicolin, Anna Maria Pozzo, Guillermo Vazquez Consuegra, Franco Zinna, Cino Zucchi. Se il progetto verrà selezionato, le imprese dovranno corrispondere altri 1800 euro, come contributo per il catalogo e per la mostra che verrà organizzata alla Triennale.

Continua a leggere su: Italia Oggi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>