Questo articolo è stato letto 0 volte

Brunetta: “Sui certificati di malattia online la direzione è quella giusta”

“I risultati dell’utilizzo della nuova procedura sono sotto gli occhi di tutti già da qualche settimana e confermano che la direzione intrapresa sul fronte della digitalizzazione dei certificati di malattia è quella giusta: la percentuale dei medici di famiglia che hanno ritirato le credenziali di accesso (PIN) necessarie per l’invio dei certificati è ormai pari all’81%; finora sono stati trasmessi online all’INPS circa 376 mila certificati di malattia; circa 5mila i datori di lavoro privati sono già collegati al nuovo sistema, per un totale di oltre 3 milioni di dipendenti. Si tratta di un progetto ambizioso e complesso, di un’azione concreta verso la modernizzazione del Paese. Nelle prossime settimane saranno sciolti anche gli ultimi nodi che, fisiologicamente, accompagnano lo start up di iniziative di questa portata”. E’ quanto si legge in una nota pubblicata ieri sul sito del Ministero per la pubblica amministrazione e l’Innovazione.
In base agli ultimi dati ufficiali forniti dall’INPS, si prosegue a leggere nellla nota, finora risultano trasmessi online complessivamente 375.803 certificati, con un incremento del 24% nell’ultima settimana. A livello regionale, i documenti trasmessi con la nuova procedura telematica risultano così distribuiti: 222.519 in Lombardia, 22.974 nelle Marche, 22.610 in Veneto, 19.472 in Campania, 14.746 nel Lazio, 12.833 nella Provincia di Bolzano, 9.879 in Abruzzo, 7.511 in Piemonte, 7.032 in Emilia Romagna, 5.491 in Sicilia, 5.441 in Calabria, 4.821 in Toscana, 4.430 in Basilicata, 4.069 nella Provincia di Trento, 3.940 in Liguria, 2.225 in Valle d’Aosta, 1.934 in Sardegna, 1.702 in Umbria, 1.624 in Puglia e 550 in Molise.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>