Questo articolo è stato letto 14 volte

Al via a Chieti la IX Assemblea ANCI degli amministratori under 36

Al via a Chieti la IX Assemblea ANCI degli amministratori under 36

Sono oltre 20mila, tra sindaci, assessori e consiglieri comunali i giovani under 36 impegnati nella politica locale: essi rappresentano un esempio concreto di impegno attivo, politico ed amministrativo. In un momento difficile per gli Enti locali è importante il loro contributo che spesso deve confrontarsi con qualche difficoltà in più rispetto ai loro colleghi senior”. A metterlo in evidenza è Gianluca Callipo, coordinatore nazionale ANCI Giovani, intervenendo alla trasmissione radiofonica La Radio ne Parla all’apertura della IX Assemblea annuale degli amministratori under 36 che si apre questa mattina a Chieti e che sarà chiusa domani pomeriggio 30 giugno dall’intervento del presidente dell’ANCI Antonio Decaro.

Giovani amministratori: una risorsa per il futuro

“L’assemblea – spiega Decaro – sarà un’occasione per attingere a quella risorsa fondamentale che è rappresentata dai giovani, dal coraggio che dimostrano anche assumendosi una responsabilità gravosa, quanto appassionante: amministrare un Comune. E poi, come ogni momento di incontro, ci permetterà di confrontarci, di scambiare punti di vista e pratiche amministrative, ognuno dal suo osservatorio differente, ognuno con l’esperienza che ha maturato”.

I progetti ANCI per il 2018

Il coordinatore nazionale di ANCI Giovani ha spiegato come i giovani impegnati nella vita amministrativa dei territori si devono confrontare con due difficoltà aggiuntive. Da un lato c’è il problema della formazione: “in passato i partiti se ne occupavano, adesso siamo molto impegnati come Associazione dei Comuni per sopperire a questa mancanza. Lo facciamo – ha spiegato il coordinatore – con iniziative sui territori, soprattutto con il Forsam, una scuola di formazione annuale loro dedicata”. Vi è poi il tema legato alla delicata fase di avvio lavorativo. “Quando inizi un’attività o una professione non è facile riuscire a strappare tempo utile da dedicare alla vita della tua comunità senza avere, peraltro, garanzie di reddito. Questo – ha concluso Callipo – dimostra un impegno civile ed una voglia notevole degli under 36 di mettersi in gioco”.
Questo impegno per sperimentare, innovare e condividere le migliori pratiche per lo sviluppo delle città e dei territori farà da filo conduttore alla IX Assemblea annuale. Una due giorni che si articolerà in laboratori dedicati ai temi affrontati durante le lezioni della Scuola ANCI per i giovani amministratori: dal welfare alla cultura, dalla finanza locale all’innovazione. Prenderanno parte ai lavori rappresentanti del Governo con Vincenzo Spadafora, sottosegretario con delega alle Pari Opportunità ed ai giovani, ma anche professionisti, studiosi e rappresentanti del mondo della società civile.
Inoltre, nel corso dell’Assise verranno presentate e discusse dai giovani amministratori due importanti iniziative lanciate da ANCI: la campagna #Liberiamoisindaci per semplificare l’azione amministrativa dei sindaci e la vita dei cittadini; ed una proposta di legge, depositata in Cassazione nei giorni scorsi, sull’inserimento dell’educazione alla cittadinanza come materia di studio nelle scuole per recuperare il senso di appartenenza alle nostre comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *