Questo articolo è stato letto 109 volte

Zone a traffico limitato, spazio solo a semafori doc

Fonte: Italia Oggi

Stop alle lanterne semaforiche utilizzate impropriamente in corrispondenza degli accessi alle zone a traffico limitato. Lo ha chiarito il ministero delle infrastrutture e dei trasporti con il parere prot. n. 2057 del 12 aprile 2011 destinato ad avere immediati effetti pratici in molti comuni. Il ministero, tramite la direzione generale per la sicurezza stradale, ha constatato, in seguito a un sopralluogo, che a Verona la segnaletica di accesso alle ztl presenta alcune incongruenze che dovranno essere sanate. Infatti, oltre allo specifico cartello obbligatorio previsto dall’art. 135, c. 14, fig. II 322, che segnala il divieto di transito eccetto i veicoli o utenti debitamente indicati, nella città scaligera (come peraltro anche in altri comuni) sono installati i display luminosi con un messaggio alfanumerico e con una croce rossa o, in alternativa, una freccia verde rivolta verso il basso. Ed è su questi dispositivi luminosi in forma di lanterne semaforiche veicolari per corsie reversibili, previsti dall’art. 41, comma 1, lett. h), del codice della strada e dall’art. 164 fig. II 458 del relativo regolamento di esecuzione e attuazione, che si concentra l’attenzione del ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Con riferimento ai varchi ztl del comune di Verona, secondo il ministero i segnali luminosi con la croce o la freccia verde sono installati impropriamente, in quanto non sono previsti per il particolare tipo di impiego; inoltre, non sono regolamentari in quanto non rispondenti alle forme e misure di cui alla fig. II 459 del regolamento. Tali dispositivi non possono essere nemmeno considerati o utilizzati come segnali semaforici perché, considerando la loro prevalenza sugli altri tipi di segnalazione, negli orari di chiusura del varco potrebbero essere interpretati come accesso interdetto anche agli utenti autorizzati. Invece, per come è strutturato, cioè con la croce rossa o freccia verde e il messaggio alfanumerico, il display luminoso può essere considerato come segnale a messaggio variabile soggetto a marcatura Ce, di cui all’art. 170, comma 1, lett. a), del regolamento del codice stradale. Di fronte a quanto rilevato e al fine di eliminare le incertezze nelle indicazioni agli utenti della strada, il ministero delle infrastrutture e dei trasporti suggerisce al comune di Verona di installare, oltre ovviamente al consueto e obbligatorio segnale di zona a traffico limitato, un cartello puramente e semplicemente informativo circa l’attivazione o meno del varco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *