Questo articolo è stato letto 9 volte

Verifica contabile con regole guida

Fonte: Il Sole 24 Ore

La funzione del revisore dell’ente locale, dopo i nuovi criteri di nomina per estrazione, torna sotto i riflettori, questa volta con una guida utile allo svolgimento dei controlli che si addentra nelle materie delle spese di personale, indebitamento, organismi partecipati, patto di stabilità e agenti contabili. Con una serie di 15 documenti dettagliati, approvati ieri, il Consiglio nazionale dei commercialisti (Cndcec) presenta i principi di vigilanza e controllo per la revisione, con cui si offre ai “guardiani” dei conti locali un manuale di riferimento.
Dove trovano spazio anche i temi più classici del funzionamento e delle funzioni del revisore, le regole di comportamento, la programmazione, la gestione finanziaria, gli aspetti economico patrimoniali e della rendicontazione, gli adempimenti fiscali.
Uno dei capitoli caldi è il controllo sugli organismi partecipati, che abbraccia la verifica del modello di governance, il controllo della costituzione, le verifiche sul mantenimento, le cessioni delle partecipazioni societarie non conformi alle finalità istituzionali del l’ente locale. Le verifiche periodiche dell’Organo di revisione sulla gestione, prosegue il principio n. 14 dedicato alle partecipate, prevedono anche la verifica dei contratti di servizio, delle erogazioni e, al termine dell’esercizio, la conciliazione fra i crediti e i debiti riportati nel rendiconto dell’Ente locale con quelli rilevati nel bilancio d’esercizio dell’organismo partecipato. Le attività di revisione sono poi declinate per ogni organismo partecipato: istituzioni, aziende speciali, società controllate”in house” e società strumentali e società partecipate. Le verifiche dell’Organo di revisione si devono estendere, infine, ai limiti, ai compensi, all’interdizione dell’organo amministrativo nelle società non quotate e agli adempimenti comunicativi.
Anche nel capitolo sul patto di stabilità torna il tema dei rapporti finanziari, giuridici, contrattualistici e amministrativo-contabili tra l’Ente locale e gli eventuali organismi partecipati. Sul personale, altro capitolo critico per le responsabilità crescenti, focus su programmazione del fabbisogno, vincoli sulla spesa per le assunzioni, contrattazione integrativa e servizi esternalizzati.

Il manuale
01 | I PRINCIPI DEL CNDCEC
I 15 documenti approvati dal Consiglio nazionale dei commercialisti presentano i principi di vigilanza e controllo per la revisione dei conti degli enti locali: regole di comportamento, programmazione, gestione finanziaria, aspetti economico patrimoniali e rendicontazione, adempimenti fiscali

02 | LE PARTECIPATE
Le verifiche periodiche dell’Organo di revisione sulla gestione delle partecipate prevedono la verifica dei contratti di servizio, delle erogazioni e, al termine dell’esercizio, la conciliazione fra i crediti e i debiti riportati nel rendiconto dell’Ente locale con quelli rilevati nel bilancio d’esercizio dell’organismo partecipato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *