Questo articolo è stato letto 89 volte

Tutela dei minori: le soluzioni finanziarie e di personale elaborate dai Comuni

Tutela dei minori: le soluzioni finanziarie e di personale elaborate dai Comuni

L’ANCI Lombardia nel corso della seduta del 16 dicembre, ha approvato un Ordine del Giorno per chiedere al Parlamento e alla Regione Lombardia interventi urgenti a sostegno dei sistemi locali di protezione e tutela dei minori, i cui oneri ad oggi sono affidati ai Comuni, prescindendo dalle loro capacità economiche e finanziarie.

ANCI Lombardia ha recepito in merito le segnalazioni di molti Comuni che hanno chiesto di non essere lasciati soli ad affrontare questo delicatissimo tema, consapevoli della necessità di tutelare sempre e comunque il preminente interesse del minore.
Nell’Ordine del Giorno approvato, si sottolineava la difficoltà dei Comuni, soprattutto piccoli, in merito al tema in esame, affermando la necessità che tutte le Istituzioni pongano particolare attenzione ai bisogni di protezione dei minori.
L’Ordine del Giorno è stato inviato, oltre che al Parlamento e alla Regione, anche all’ANCI.

ANCI Lombardia trasmette il documento presentato al Consiglio Nazionale del 16 gennaio scorso cui si fa cenno nella nota ANCI allegata relativo al “Sistema di tutela dei minori: criticità e proposte dei Comuni”.
Il documento, che compie una attenta disamina del tema presentando possibili soluzioni a fronte delle criticità trattate, sarà presentato dall’ANCI ai principali interlocutori nazionali, primo fra tutti il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali cui verrà chiesta l’apertura di un tavolo di confronto “ad hoc”, per l’elaborazione di un piano nazionale minori e per la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni da garantire con un fondo strutturale appositamente istituito.

>> IL DOCUMENTO ELABORATO DALL’ANCI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *