Questo articolo è stato letto 23 volte

Tesoreria unica: versamenti entro il 16 aprile

Arriva la tesoreria unica e tutti i versamenti andranno effettuati entro il 16 aprile. Riguarda comuni ed enti locali ma anche atenei e ospedali. Il premier e ministro dell’Economia, Mario Monti, ha firmato ieri la circolare n. 11 che dà attuazione alla norma che era stata inserita nel decreto legge sulle liberalizzazioni. Ecco l’elenco degli enti cui si applica l’art. 35, commi 8, 9 e 10 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, già assoggettati al regime di tesoreria unica mista di cui all’art. 7, del decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279, in base a quanto previsto dalla circolare diffusa sul sito della Ragioneria generale dello stato.

– Autorità d’ambito
– Autorità portuali
– Aziende sanitarie e aziende ospedaliere (d.lgs. n. 502/1992)
– Aziende ospedaliere universitarie (d.lgs. n. 517/1999)
– Comuni, con esclusione di quelli con popolazione inferiore a 5.000 abitanti che non usufruiscono di contributi statali
– Comunità montane, con popolazione complessiva montana non inferiore a 10.000 abitanti
– Consorzi istituiti per l’esercizio di funzioni ove partecipino province e comuni con popolazione complessiva non inferiore a 10.000 abitanti, nonché altri enti pubblici
– Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D. Lgs. n. 288/2003)
– Istituti zooprofilattici sperimentali
– Istituzioni di cui all’articolo 114 del d.lgs. n. 267/2000
– Organi straordinari della liquidazione degli enti locali dissestati
– Policlinici universitari, d.lgs. n. 502/1992
– Province
– Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano
– Unioni di comuni con popolazione complessiva non inferiore a 10.000 abitanti
– Università statali e istituti di istruzione universitaria

Dal punto di vista della tempistica si prevede entro il 30 giugno lo smobilizzo degli investimenti finanziari, individuati dallo stesso ministero dell’economia entro fine aprile, per il riversamento delle somme sempre alla tesoreria statale.
“Vengono assoggettati al regime di tesoreria unica anche i dipartimenti universitari e gli altri centri di responsabilità  dotati di autonomia gestionale e amministrativa delle università statali, che precedentemente ne erano esclusi”, ricorda la circolare della Ragioneria Generale dello Stato.  Sono stati attivati i sottoconti fruttiferi delle contabilità  speciali di tesoreria unica intestate ai singoli enti, per permettere la gestione delle entrate proprie ma “trattandosi di un fenomeno in evoluzione, si confida nella collaborazione di tutti gli interessati perché segnalino eventuali inesattezze”. Sotto il profilo operativo, inoltre, nella circolare si fa presente che i versamenti previsti devono pervenire alla tesoreria statale il 16 aprile ma considerati i tempi di regolazione previsti dal protocollo d’intesa stipulato tra la Banca d’Italia e l’Abi, “è necessario che l’operazione sia disposta entro il giorno lavorativo precedente, il 13 aprile”, precisa ancora il dipartimento che fa capo al Ministero dell’economia.

(di Fortunato Laurendi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *