Questo articolo è stato letto 0 volte

Tassa rifiuti in aumento in una città ogni due

Fonte: Il Sole 24 Ore

La Tarsu sta aumentando in una città su due, in qualche caso gli incrementi rispetto all’anno scorso arrivano al 30% e i Comuni in controtendenza sembrano essere mosche bianche. Lo dicono i risultati dell’indagine condotta dal servizio Politiche territoriali della Uil in 64 capoluoghi di provincia, le cui amministrazioni municipali hanno già deciso qual è il prelievo sui rifiuti da applicare quest’anno.
Una famiglia di quattro persone che vivono in un appartamento di 80 metri quadrati pagherà in media 225 euro (comprese le addizionali provinciali), ma a Napoli si arriva al record di 427,8 euro (lì la decisione è stata della Provincia), seguita da Salerno con 355,6 euro e Alessandria con 337,5.
Quanto ai rincari, invece, le entità percentuali maggiori sono state rilevate a Bari (+30% rispetto alle tariffe che vigevano per il 2011) e a Milano (aumento del 20,1%).
Il tutto in attesa del debutto della Tares, che nel 2013 imporrà la copertura integrale dei costi del servizio. Si stima che ciò comporterà un aggravio medio di 27 euro a famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *