Questo articolo è stato letto 192 volte

“Subito concorso per 200 nomine di segretari comunali”

“Subito concorso per 200 nomine di segretari comunali”

Riteniamo decisivo intervenire per assicurare la presenza di segretari comunali in tutti i Comuni, anche in quelli piccoli. I segretari comunali sono oggi in numero di gran lunga inferiore rispetto alle sedi comunali e, per garantire la funzionalità dei Comuni, accettano sedi e incarichi plurimi, di difficile gestione sotto il profilo professionale e gestionale, accollandosi l’onere di faticosi tour de force tra paesi anche distanti fra loro”. Queste le attese dichiarazioni rilasciate dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel suo intervento dal palco della XXXVI Assemblea annuale dell’ANCI in corso in questi giorni ad Arezzo.

Le dichiarazioni del premier Conte

“So bene quanto sia rilevante, per la vostra attività quotidiana, la presenza di un segretario comunale. Mi sono ben noti i numeri delle sedi attualmente vacanti – ha messo in evidenza Conte-. Consapevoli dell’urgenza di intervenire in questo campo, d’intesa con il ministro dell’Interno, faremo quanto necessario perché il corso-concorso per la nomina di 200 nuovi segretari comunali si svolga nei tempi più brevi possibili. Purtroppo l’espletamento del concorso richiede tempi non comprimibili – ha concluso il premier – Per questo, avete chiesto al ministero dell’Interno l’individuazione di misure urgenti, per i Comuni collocati in zone montane e disagiate, che spesso, in assenza del Segretario, si trovano nell’impossibilità di gestire le ordinarie attività amministrative. Stiamo studiando una serie di misure per venire incontro a queste vostre legittime istanze”.

La risposta del segretario UNSCP

Ma ecco le dichiarazioni rilasciate dal segretario nazionale dell’UNSCP, Alfredo Ricciardi, a margine del Consiglio nazionale dell’Unione nazionale dei segretari comunali e provinciali nell’ambito della Assemblea annuale dell’ANCI: “L’UNSCP esprime forte apprezzamento per le parole del presidente dell’ANCI, Antonio Decaro e del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte in materia di necessità della figura del segretario e di interventi urgenti da porre in essere, soprattutto nei piccoli Comuni, per dare ai sindaci, che ne hanno bisogno per portare avanti la loro attività, questa figura oggi carente dal punto di vista numerico”. Per Ricciardi “è un momento in cui da tutte le istituzioni arrivano conferme sulla necessità del ruolo del Segretario, che spesso nei piccoli Comuni è l’unica figura in grado di accompagnare le attività amministrative nella loro efficacia e rispondenza ai criteri di legge. L’Unione dei segretari si aspetta, auspica e confida che a queste parole seguano fatti che consentano di aumentare il numero di segretari che dovranno entrare in ruolo rispetto a quello finora già assentito rispetto ai corsi-concorsi numero 6 e 7 e di velocizzarne l’immissione in ruolo nel rispetto del rigore professionale, adottando anche misure temporanee in attesa dell’arrivo delle nuove leve, ma con un disegno innovatore che rafforzi e consolidi la funzione del Segretario. Attendiamo che da queste parole confortanti arrivino poi i fatti che la categoria e gli stessi sindaci si aspettano”, ha concluso il segretario nazionale dell’UNSCP.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *