Questo articolo è stato letto 12 volte

Stipendi pubblici ai livelli del 2009 ed età media oltre i 50 anni

Stipendi medi ancora giù nel pubblico impiego. A certificarlo è il Conto Annuale sul Pubblico Impiego 2014pubblicato nei giorni scorsi dalla Ragioneria generale dello Stato.
Il Conto Annuale, si ricorda, raccoglie ufficialmente i dati sulla consistenza e i costi del personale della p.a. su cui poi verranno prese le decisioni in materia di pubblico impiego nelle sedi istituzionali.

 Analisi dei dati del periodo 2007-2014
con tabelle riassuntive e comparative e relativi commenti su alcuni fenomeni gestionali rilevati con il conto annuale
Nota: a pag. 58 è stato corretto il primo periodo in relazione alla corretta indicazione del periodo di riferimento dei prossimi rinnovi contrattuali.

 Sintesi dei dati del periodo 2007-2014
con le risultanze più significative del periodo

 Relazione sulla spesa pensionistica dei dipendenti pubblici
aggiornata a tutto l’anno 2014

Nelle tabelle aggiornate al 2014 si vede come le retribuzioni medie annue pro capite siano scese dello 0,5% rispetto all’anno prima. L’importo medio annuo si ferma a 34.348 euro (a prezzi correnti, quindi senza considerare la perdita del potere d’acquisto e al netto degli arretrati). In ‘soldoni’, si tratta di 175 euro in meno a confronto con l’anno prima. Per trovare un valore più basso bisogna tornare al 2008 (nel 2009 era a 34.522 euro).

Età media dipendenti oltre 50 anni nel 2016 
L’età media dei dipendenti pubblici ha raggiunto nel 2014 i 49,2 anni, in aumento di quasi sei anni rispetto ai 43,5 del 2001. Lo rileva la Ragioneria generale dello Stato, spiegando che questo è l’effetto del blocco del turn over e della stretta sui pensionamenti e che con la prosecuzione della stretta sulle nuove assunzioni “è pressoché certo che l’età media complessiva supererà i 50 anni forse già a partire dal 2016”. Rgs estrapola i dati sul 2019 (spiegando che è probabilmente una sovrastima) con l’età media oltre i 53 anni.

Stipendi giù in 2014 (-0,5%),a livelli 2009 
Stipendi medi ancora giù nel pubblico impiego. A certificarlo è il Conto Annuale dell’Rgs: nelle tabelle aggiornate al 2014 si vede come le retribuzioni medie annue pro capite siano scese dello 0,5% rispetto all’anno prima. L’importo medio annuo si ferma a 34.348 euro (a prezzi correnti, quindi senza considerare la perdita del potere d’acquisto e al netto degli arretrati). In ‘soldoni’, si tratta di 175 euro in meno a confronto con l’anno prima. Per trovare un valore più basso bisogna tornare al 2008 (nel 2009 era a 34.522 euro).

Per un’analisi approfondita del Conto Annuale all’indirizzo www.contoannuale.tesoro.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *