MAGGIOLI EDITORE - La Gazzetta degli Enti Locali


La performance negli Enti locali dopo il d.lgs. 74/2017
Riforma del Pubblico Impiego: ecco cosa cambia con l’entrata in vigore delle norme che modificano il “Decreto Brunetta”

di PAOLA MORIGI

L’entrata in vigore, a far data dal 22 giugno scorso, del d.lgs. 25 maggio 2017, n. 74, che apporta in tema di impostazione e valutazione della performance nella Pubblica Amministrazione una serie di modifiche al d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150 (il c.d. “Decreto Brunetta”), ci porta a riflettere su ciò che gli enti locali dovranno impostare nei prossimi mesi per dare seguito alle nuove disposizioni normative.
Nel frattempo sono uscite lo scorso mese di giugno le Linee guida per il Piano della performance, pubblicate nel sito del Dipartimento della funzione pubblica. Anche se queste ultime risultano indirizzate ai Ministeri, rappresentano un punto di riferimento importante e con esse anche gli enti locali dovranno sicuramente cimentarsi.
Ma vediamo nel dettaglio quali sono alcuni dei punti principali contenuti nella nuova normativa, che va sì a modificare il d.lgs. n. 150/2009, senza tuttavia snaturarlo radicalmente.
Com’è noto il “decreto Brunetta” era stato presentato attraverso una campagna mediatica mirante a cercare di sradicare nella P.A., centrale e locale, i cosiddetti “fannulloni” e pertanto la misurazione della performance, soprattutto di quella individuale, rappresentava non solo uno strumento per migliorare la qualità delle prestazioni, ma anche una modalità per debellare il fenomeno della scarsa produttività di alcuni soggetti e contrastarlo.
Tuttavia non possiamo sottacere alcuni “difetti” del d.lgs. n. 150/2009:

Le novità apportate dal d.lgs. 74/2017 in materia di valutazione della performance

Ecco allora che il d.lgs. 74/2017, recentemente entrato in vigore, cerca di porre mano a queste problematiche, facendo del resto proprie anche alcune novità normative che erano state introdotte dal d.P.R. 9 maggio 2016, n. 105, che aveva riportato in capo al Dipartimento della funzione pubblica una serie di competenze in ordine alle direttive da elaborare e tenere monitorate proprio in tema di performance.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO


_