MAGGIOLI EDITORE - La Gazzetta degli Enti Locali


Ambiente e sostenibilità, patto tra le Città metropolitane
Economia circolare, consumo di suolo, qualità dell'aria, almeno il 50% della mobilità urbana senza auto: la serie di impegni da mettere in pratica entro il 2030, siglata dai sindaci in occasione del G7 sull'Ambiente di Bologna

Fonte: La Repubblica

Mentre Donald Trump sfila gli Usa dagli accordi sul clima di Parigi, i sindaci delle grandi città italiane provano a sfruttare il traino del G7 ambientale per imporre un cambio di passo nelle loro amministrazioni. Lo fanno con otto punti che costruiscono una Carta, quella di Bologna, in favore di ambiente e sostenibilità da applicare nelle metropoli del Belpaese. In occasione del G7 del capoluogo dell’Emilia Romagna – dedicato proprio a questi temi i prossimi 11 e 12 giugno – le Città Metropolitane per la prima volta assumono una serie di impegni comuni: dai rifiuti alla qualità dell’aria e delle acque, sono otto i macro obiettivi individuati dalla Carta di Bologna per l’Ambiente, da inserire nelle agende metropolitane per lo sviluppo sostenibile. E’ stata sottoscritta dai sindaci di Bologna, Milano, Torino, Firenze, Bari, Roma, Catania, Cagliari, Napoli, Reggio Calabria, Genova e Palermo.

Capofila proprio Virginio Merola, primo cittadino sotto le due torri, che non nasconde preoccupazione per la mossa della Casa bianca e sulla possibilità che scateni una corsa al ribasso. “Siamo ovviamente preoccupati. Trump sembra non aver capito che l’accordo di Parigi riguarda innanzitutto le persone prima che l’ambiente”….


_