Questo articolo è stato letto 119 volte

Spending review: nel 2017 risparmiati 30 miliardi sul 2014

Spending review:

Si è svolta lo scorso 20 giugno, presso la Sala della Lupa alla Camera dei Deputati, la presentazione della prima Relazione sulla revisione della spesa, tenuta dal commissario del Governo per la spending review, Yoram Gutgeld. Ad intervenire sono giunti il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e il Ministro dell’economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan.

Spending review: i risparmi significativi e il blocco del turnover

All’interno del dossier si afferma che nel triennio 2013-2016 il personale pubblico è diminuito, soprattutto per effetto del “famigerato” blocco del turnover, del 3.8% (85mila dipendenti in meno) con punte del 7% nei soli ministeri. Risparmi significativi sono stati realizzati con il rafforzamento della centralizzazione degli acquisti PA: +13% tra il 2014 e il 2016. La spesa per forniture presidiata con il metodo Consip è salita nello stesso periodo del 27%. Complessivamente a fine 2016 l’ammontare della spesa corrente al netto degli interessi sul debito e delle prestazioni previdenziali e assistenziali, su cui si è concentrata la spending review, ammontava a 368 miliardi mentre quella considerata “aggredibile” al netto dei trasferimenti alla Ue e di partite di giro è stata invece di 327, 7 miliardi.

QUI DISPONIBILI
>> La Relazione integrale firmata Yoram Gutgeld;
>> Le slide relative alla Relazione sulla revisione della spesa.

Leggi anche l’articolo Manovrina 2017, ok allo sblocco turnover al 100% per i Piccoli Comuni virtuosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *