Questo articolo è stato letto 88 volte

Sorveglianza sanitaria eccezionale: nuovo servizio online

Sorveglianza sanitaria eccezionale: nuovo servizio online

Mediante Avviso datato 1° luglio 2020 l’INAIL avverte che è attivo il nuovo servizio online “Sorveglianza sanitaria eccezionale” per richiedere le visite mediche: ai sensi dell’art. 83 del d.l. 34/2020 (Decreto Rilancio) i datori di lavoro pubblici e privati assicurano la sorveglianza sanitaria eccezionale ai lavoratori “fragili” ovvero ai lavoratori che, per condizioni derivanti da immunodeficienze da malattie croniche, da patologie oncologiche con immunodepressione anche correlata a terapie salvavita in corso o da più co-morbilità, valutate anche in relazione dell’età, ritengono di rientrare in tale condizione di fragilità.

I datori di lavoro che, ai sensi dell’art. 18, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, non sono tenuti alla nomina del medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dal medesimo decreto legge, devono garantire ai lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio le misure di sorveglianza sanitaria eccezionale, nominando un medico competente ovvero facendone richiesta ai servizi territoriali dell’INAIL.
L’attività di sorveglianza sanitaria eccezionale si sostanzia in una visita medica che può essere svolta dai medici INAIL in possesso della specializzazione in medicina del lavoro, ivi compresi i medici a rapporto libero professionale.

Per richiedere la visita dei medici INAIL è stato realizzato il nuovo servizio online “Sorveglianza sanitaria eccezionale”, disponibile a decorrere dal 1° luglio 2020 e accessibile dagli utenti muniti di credenziali dispositive.
Per gli utenti non registrati le credenziali possono essere acquisite tramite Spid, INPS, Carta nazionale dei servizi (Cns) oINAIL (con l’inoltro dell’apposito modulo attraverso i servizi online o da consegnare presso le sedi territoriali INAIL).

>> VAI ALL’AVVISO INAIL 1° LUGLIO 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *