Questo articolo è stato letto 234 volte

Sicurezza edifici scolastici: il piano per gli Enti locali

L’Unione Province d’Italia ha evidenziato ieri in un comunicato l’importanza di garantire agli Enti locali e in particolare alle Province le risorse necessarie per poter intervenire in modo tempestivo nella realizzazione di tutti gli interventi per la sicurezza degli edifici scolastici. A fungere da portavoce dell’UPI è stata Francesca Zaltieri, Consigliera delegata delle Provincia di Mantova e rappresentante UPI nel Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, intervenendo proprio nella giornata di ieri in audizione in rappresentanza delle Province presso le Commissioni riunite Istruzione e Lavoro della Camera dei Deputati, sulla sicurezza scolastica. “Cogliamo – ha aggiunto la portavoce – il giusto grido d’allarme che proviene dai Dirigenti scolastici e dal mondo della scuola. Il problema da risolvere è però a monte: le Province, riformate dalla Legge Delrio, continuano oggi ad essere attori primari nel settore dell’istruzione e dell’edilizia scolastica, dal momento che tra le funzioni fondamentali è confermata la gestione dell’edilizia scolastica”.

Sicurezza edifici scolastici: un occhio di riguardo per le Province

“Tuttavia – ha proseguito la rappresentate UPI – i successivi provvedimenti finanziari e organizzativi attuati in questi ultimi anni, a partire dai tagli insostenibili ai bilanci delle Province operati in particolare con la manovra del 2015, hanno determinato una situazione di grande criticità per le Province, penalizzando di fatto i servizi ai cittadini. Studenti, docenti e personale non docente della scuola superiore oggi si trovano per questo ad affrontare sistemazioni logistiche meno agevoli rispetto ai ragazzi delle scuole primarie o secondarie di primo grado, e che nei prossimi anni invece sono destinati a diventare la categoria di studenti più numerosa in assoluto. L’UPI in questi anni ha sempre sottolineato la necessità di porre al centro dell’azione politica dei Governi la Scuola pubblica e la sua sicurezza, attraverso la previsione di risorse certe per l’ammodernamento e la messa in sicurezza delle infrastrutture scolastiche”.
“Su questo – concluso la rappresentante delle Province – abbiamo richiesto un urgente incontro al Ministro Fedeli per affrontare le diverse criticità prima della riapertura delle scuole a settembre e per la definizione dei criteri su cui impostare la nuova programmazione triennale 2015/2018 per la quale il Governo impegnerà ingenti risorse”.

>> CONSULTA IL TESTO COMPLETO DELL’AUDIZIONE INFORMALE DELL’UPI PRESSO LE COMMISSIONI VII e XI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *