Segretari comunali: parte la trattativa sul contratto collettivo integrativo

Parte finalmente il percorso di contrattazione collettiva decentrata integrativa per i segretari comunali. L’Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali ha infatti convocato, per martedì 19 luglio, le organizzazioni sindacali di categoria, ANCI e UPI per dare avvio alle trattative per la stipula del contratto nazionale integrativo con cui dare attuazione alle previsioni dettate dal CCNL del 17 dicembre 2020.
Era stata in precedenza costituita la delegazione trattante di parte pubblica presieduta dal sottosegretario di Stato, Ivan Scalfarotto e composta dal Prefetto Caterina Amato, da Agostino Bultrini (in rappresentanza ANCI) e Gaetano Palombelli (in rappresentanza UPI).

Le organizzazioni sindacali hanno ricevuto nella giornata di ieri la convocazione per l’avvio della contrattazione collettiva integrativa per i segretari comunali e provinciali.
L’incontro si terrà martedì 19 luglio 2022, alle ore 10.30 alla presenza del Presidente della delegazione trattante di parte datoriale, il sottosegretario di Stato Ivan Scalfarotto. La riunione si svolgerà in presenza con la possibilità di essere collegati anche a distanza.

>> NON SEI ABBONATO ALLA GAZZETTA DEGLI ENTI LOCALI? RICHIEDI INFORMAZIONI PER UNA PROVA GRATUITA DEL SERVIZIO.

*********

VOLUME CONSIGLIATO: Il Vademecum dell’Amministratore locale – IV Edizione, di Amedeo Scarsella.
Il Vademecum illustra le principali funzioni di competenza di sindaco, giunta e consiglio, gli strumenti a loro disposizione e le ipotesi di responsabilità in cui gli stessi possono incorrere.
L’attenzione è posta alle corrette regole di funzionamento degli organi collegiali, anche quando siano svolte in videoconferenza: ruolo del presidente del consiglio, modalità di convocazione, deposito degli atti, pareri preventivi, sedute di prima e seconda convocazione, numero legale, disciplina degli interventi in consiglio e verbalizzazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.