Questo articolo è stato letto 276 volte

Schema tipo di disciplinare di gara per l’affidamento di contratti pubblici di servizi di pulizia

È stato dato ufficiale avvio alla consultazione online ANAC dell’11 settembre 2017 in materia di schema tipo di disciplinare di gara per l’affidamento di contratti pubblici di servizi di pulizia, di importo pari o superiore alla soglia comunitaria, aggiudicati all’offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo.

Affidamento di contratti pubblici di servizi di pulizia

L’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha infatti adottato, ai sensi dell’art. 213, comma 2, del d.lgs. 50/2016 (Nuovo codice appalti), lo schema tipo del disciplinare di gara per l’affidamento di contratti pubblici di servizi di pulizia, di importo pari o superiore alla soglia comunitaria, aggiudicati all’offerta economicamente più vantaggiosa secondo il miglior rapporto qualità/prezzo.
L’ANAC evidenzia che il presente disciplinare si conforma al Bando Tipo n. 1 (servizi e forniture in generale) di prossima adozione. Gli esiti della consultazione indetta sul Bando tipo n. 1, nei limiti di compatibilità con la specificità dei servizi, avranno effetto anche sulla stesura finale del Bando tipo n. 2, sui servizi di pulizia.

La consultazione pubblica ANAC

Il disciplinare è corredato di una nota illustrativa che, a differenza di quella a corredo del Bando tipo n. 1, si sofferma unicamente sui punti salienti della disciplina dei servizi di pulizia e illustra le scelte di campo effettuate su aspetti che attengono alle specifiche clausole.
Gli allegati al disciplinare costituiscono esempi di schede di rilevazione dei fabbisogni delle stazioni appaltanti e proposte di possibili criteri di valutazione dell’offerta tecnica, correlati ad uno schema di presentazione della medesima da fornire agli operatori economici.
Al fine di garantire la massima trasparenza e partecipazione ai procedimenti di regolazione si pone in consultazione il disciplinare tipo, assegnando per la presentazione dei contributi il termine di trenta giorni che scadrà l’11 ottobre 2017 alle ore 24.
L’Autorità chiede, pertanto, di inviare osservazioni mediante compilazione dell’apposito modello.
Si avvisa infine che i contributi pervenuti con modalità diverse da quelle indicate non potranno essere tenuti in considerazione.

>> CONSULTA GLI ALLEGATI:
Allegato 1 – Quantificazioni ambienti, superfici e frequenze – formato pdf (113 Kb)
Allegato 2 – Criteri di valutazione dell’offerta tecnica – formato pdf (95 Kb)
Allegato 3 – Schema di presentazione dell’offerta tecnica – formato pdf (77 Kb)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *