Questo articolo è stato letto 1 volte

Scadenze del versamento della Iuc, della mini Imu e della maggiorazione Tares

La legge di stabilità 2014 ha previsto per l’imposta unica comunale (Iuc), che si compone dell’Imu, della Tari e della Tasi, i seguenti termini di versamento: per l’Imu il 16 giugno e il 16 dicembre; per la Tari e la Tasi almeno due rate a scadenza semestrale i cui termini sono stabiliti da ciascun comune in maniera anche differenziata fra i due tributi. È quanto ricorda il Ministro dell’economia tramite una nota diffusa dall’ufficio stampa di via XX settembre (riportata sotto).
La nota ricorda inoltre che è prevista la possibilità del pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno; per la cosiddetta “mini Imu”, vale a dire l’eventuale parte residuale della seconda rata dell’Imu 2013 a carico del contribuente il prossimo 24 gennaio; per la maggiorazione standard della Tares il prossimo 24 gennaio, a meno che il versamento non sia stato gia’ effettuato entro il 2013.

La legge di stabilità per l’anno 2014 (legge 27 dicembre 2013 n. 147) ha previsto:

  • per l’imposta unica comunale (IUC) che si compone dell’IMU, della TARI e della TASI i seguenti termini di versamento:per la cosiddetta “mini IMU”, vale a dire l’eventuale parte residuale della seconda rata dell’IMU 2013 a carico del contribuente: il prossimo 24 gennaio;
    • per l’IMU: il 16 giugno e il 16 dicembre;
    • per la TARI e la TASI: almeno due rate a scadenza semestrale i cui termini sono stabiliti da ciascun comune in maniera anche differenziata fra i due tributi. È prevista la possibilità del pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno.
  • per la maggiorazione standard della TARES: il prossimo 24 gennaio, a meno che il versamento non sia stato già effettuato entro il 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *