Questo articolo è stato letto 81 volte

Rinnovo CCNL Dirigenti Funzioni Locali: lo stato della trattativa

Rinnovo CCNL Dirigenti Funzioni Locali: lo stato della trattativa

La prosecuzione del negoziato sul rinnovo del CCNL dell’area della dirigenza delle Funzioni Locali segna dei moderati positivi segnali di novità che vanno nella direzione di superare gli ostacoli che al momento ancora si frappongono alla stipula del nuovo contratto. A renderlo noto è un comunicato emesso da sigle sindacali FP CGIL – CISL FP – UIL FPL.

Cosa è accaduto nell’ultimo incontro

Come si legge nel comunicato delle sigle sindacali emesso alla fine della scorsa settimana è stata inoltre “espunta dal testo la disciplina delle fattispecie di responsabilità dirigenziali e gli effetti della valutazione non positiva, richiamando esclusivamente le norme vigenti. Medesima scelta, rimanendo ancorati esclusivamente a quanto previsto dal d.lgs. 165/2001 viene fatta riguardo alle procedure per il recesso per responsabilità dirigenziale. Si evita cosi di inserire ulteriori elementi di discrezionalità per l’ente nell’attribuzione e revoca degli incarichi nonché in materia di recesso, oltre quelle già previste dalle leggi vigenti. Abbiamo ribadito l’esigenza di garantire la previsione di step intermedi di confronto per le procedure di valutazione e revoca degli incarichi. Proprio in materia di procedure di riorganizzazione e di organizzazione del lavoro e degli uffici abbiamo ribadito l’esigenza di rafforzare le forme partecipative volte ad attivare in sede di confronto o nell’Organismo paritetico per l’innovazione una modalità relazionale efficace al fine di migliorare il livello di trasparenza sulle motivazioni e sull’impatto delle procedure di riorganizzazione degli enti a seguito delle quali si possono determinare conseguente negative per i dirigenti”.

Leggi anche Rinnovo CCNL Dirigenti Funzioni Locali: clima positivo per la chiusura.

Passi in avanti rilevanti secondo l’UNSCP: le novità per i segretari

Nel negoziato di rinnovo del CCNL “i passi avanti ci sono stati e sono rilevanti”. A renderlo noto è l’UNSCP (Unione nazionale segretari comunali e provinciali) che si focalizza sugli elementi di maggior rilievo per la categoria dei segretari: da un lato infatti “è arrivata la riformulazione della norma sul galleggiamento, che elimina completamente il rischio che negli enti convenzionati si determini, direttamente o indirettamente, una qualsivoglia riduzione del trattamento economico” si legge nel comunicato emesso dall’Unione.
“Dall’altro anche la norma sulla revoca ha trovato una nuova formulazione che non consente più applicazioni indiscriminate e che è di maggior tutela per i segretari. Anche sull’ultima partita rilevante, quella di affrontare mediante il CCNL una nuova disciplina delle maggiorazioni, si è fatto un passo avanti che, sebbene non sia immediatamente risolutivo, apre però un positivo percorso di riforma dell’istituto verso una sua migliore formulazione ed una sua evoluzione.
Il passo avanti consiste nella istituzione, in sede di CCNL, di una Commissione Paritetica, alla quale parteciperanno tanto i sindacati quanto la rappresentanza datoriale, cui demandare il compito, appunto di definire una nuova disciplina delle maggiorazioni o comunque degli aumenti della retribuzione di posizione, sia nell’ottica di un nuovo contratto decentrato sia anche nell’ottica di un possibile, anzi auspicabile, futuro inserimento nel prossimo CCNL di una più innovativa disciplina complessiva della retribuzione di posizione, più aderente alla valorizzazione delle funzioni e del ruolo del segretario. Il tutto naturalmente nella piena salvaguardia della disciplina attuale, che continuerà a trovare applicazione fino alla definizione della nuova”.
Non tutti i temi di rilievo per il rinnovo del contratto sono stati esauriti e le trattative riprenderanno nella giornata di oggi, martedì 14 luglio.

>> PER APPROFONDIRE:
– IL COMUNICATO INTEGRALE DI FP CGIL – CISL FP – UIL FPL.
– IL COMUNICATO INTEGRALE DI UNSCP.
– IL COMUNICATO DI FEDIRETS (DIRIGENTI E DIRETTIVI – ENTI TERRITORIALI E SANITA’).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *