Recovery Plan e rigenerazione dei borghi storici: coinvolti 2500 Comuni

“Non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per l’iniziativa attorno alla quale, nonostante i tempi molto stretti, si è sviluppata un’ampia quanto inedita mobilitazione che ha coinvolto Comuni, associazionismo, imprese e diversi operatori locali, portando alla presentazione di 1793 proposte progettuali che hanno interessato circa 2.500 Comuni”. Sono le parole con cui il presidente dell’ANCI Antonio Decaro, in una lettera indirizzata al ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha salutato l’ottimo successo del bando per la rigenerazione culturale e sociale dei borghi storici, finanziato con i fondi del PNRR.

>> CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO ANCI.

I prossimi obiettivi

“Ora – ha aggiunto il presidente dell’ANCI – auspicando che i più di 200 soggetti selezionati siano adeguatamente accompagnati e sostenuti nell’implementazione dei programmi garantendone l’efficacia, crediamo sia altrettanto necessario non dispendere il notevole patrimonio di progettazione condivisa che si è generato. Per queste ragioni, le chiediamo di avviare insieme alle Regioni una iniziativa che consenta di mettere a disposizione in tempi brevi delle ulteriori risorse economiche che consentano di sostenere i tanti progetti comunque di buona qualità che non hanno potuto essere finanziati per la limitatezza delle risorse a disposizione, scorrendo le graduatorie risultato del bando della Linea B”.

>> FOCUS RECOVERY PLAN.

>> PER APPROFONDIRE: Maggioli Editore consiglia PNRR – Guida all’applicazione del Recovery Plan negli Enti della PA.

>> CLICCA QUI PER ACCEDERE AL NOSTRO PORTALE DI SUPPORTO PER IL RECOVERY PLAN DEDICATO AGLI ENTI LOCALI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.