Questo articolo è stato letto 271 volte

Revisione Testo Unico Enti Locali: l’obiettivo è la semplificazione

Revisione Testo Unico Enti Locali: l’obiettivo è la semplificazione

Sono stati presentati nuovi contributi per migliorare il lavoro di semplificazione della normativa sugli Enti locali portato avanti dal tavolo tecnico-politico presieduto dal sottosegretario all’Interno Stefano Candiani, che questa settimana si è riunito nuovamente (come tutti i giovedì da inizio anno) per proseguire le attività su questo tema in vista del prossimo argomento da affrontare, quello – imponente – delle Province. Il tavolo, che riunisce il ministero dell’Interno, quello dell’Economia e delle Finanze, l’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI) e l’Unione delle Province italiane (UPI), procede “con passo costante”, ha detto Candiani.

Il sottosegretario ha anticipato la tabella di marcia dell’organismo, che si riunirà di nuovo il 14 febbraio: “Stilate le linee guida coinvolgeremo tutti i soggetti oggi non presenti al tavolo per giungere infine a un nuovo Testo Unico Enti Locali basato sulle pratiche di buonsenso che nelle Amministrazioni trovano costante e quotidiana applicazione”. All’incontro – che oggi si è svolto per motivi tecnici, in via eccezionale, sempre a Roma ma nella sede del dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie della Presidenza del Consiglio dei ministri e non al Viminale – hanno partecipato il ministro per gli Affari regionali Erika Stefani, il sottosegretario all’Economia e Finanze Laura Castelli e i vertici del dipartimento per gli Affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *