Questo articolo è stato letto 4 volte

Recovery Plan (PNRR): le audizioni di ANAC e Ufficio parlamentare di bilancio (UPB)

Legge di Bilancio 2021: gli emendamenti dell'ANCI inviati al Parlamento

Nell’ambito delle audizioni dinnanzi alle commissioni riunite Bilancio, tesoro e programmazione di Camera dei deputati e Senato della Repubblica e commissione Politiche dell’Unione europea del Senato per il Recovery Plan (PNRR, Piano nazionale di ripresa e resilienza) risulta necessario segnalare quelle del presidente ANAC e dell’Ufficio parlamentare di bilancio (UPB).
Il presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione ha sottoposto al vaglio del Parlamento delle proposte concrete per favorire la semplificazione, generare risparmi ed efficienza e garantire la crescita. Il suo intervento si è concentrato sulla digitalizzazione delle procedure di gara, l’implementare la Banca dati nazionale dei contratti pubblici e la realizzazione di un portale unico della Trasparenza che consenta una riduzione degli oneri amministrativi a carico delle pubbliche amministrazioni.
Chiara Goretti, componente del Consiglio dell’Ufficio parlamentare di bilancio (UPB), è intervenuta dal canto suo in audizione sempre nell’ambito dell’esame in sede consultiva della proposta di Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Nel suo intervento ha focalizzato l’attenzione sul quadro finanziario che sottende il PNRR, sul suo impatto sul quadro macroeconomico in un’ottica pluriennale, sugli assi d’intervento e sulle riforme ipotizzate nel Piano. Nella proposta di PNRR vengono individuate le risorse destinate alle finalità Next Generation EU (NGEU) in un approccio che integra tale nuovo strumento con una parte del Quadro finanziario pluriennale europeo (QFP) e con la programmazione nazionale.

>> L’AUDIZIONE DELL’ANAC.

>> L’AUDIZIONE DELL’UPB.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *