Questo articolo è stato letto 2 volte

Procedure di selezione di partner e sponsor per Expo 2015: il Codacons non è legittimato all’accesso agli atti

Anche alle associazioni a tutela dei consumatori – quale è il Codacons – si applica l’art. 22 della legge 241/1990, che consente l’accesso non come forma di azione popolare, bensì a tutela di “situazioni giuridicamente rilevanti”, e dunque anche per dette associazioni occorre verificare la sussistenza di un interesse concreto e attuale all’accesso. È sulla base di questo principio che il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 4644 del 2015 ha ritenuto legittimo – confermando la sentenza del TAR Lombardia, sez. IV, 11.12.2014 n. 3027 – il rigetto da parte di Expo s.p.a. dell’istanza di accesso presentata dal Codacons al fine di prendere visione ed estrarre copia dei documenti afferenti le procedure per la selezione dei partner e degli sponsor di Expo 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *