Questo articolo è stato letto 2 volte

Pratiche con pagamenti online

Fonte: Il Sole 24 Ore

Cambi di residenza in tempo reale. Pagamenti on-line di multe, ticket sanitari e rette per le mense scolastiche. Iscrizione telematica alle università. È abbondante il pacchetto di sburocratizzazioni per agevolare la vita delle famiglie italiane contenute nel decreto sulle semplificazioni nella versione definitivamente convertita in legge ieri dal Parlamento con l’ultimo via libera della Camera. I sì sono stati 394, i no 49 e 21 gli astenuti (dell’Idv). Solo un’ultima piccola sorpresa ha preceduto l’ok di Montecitorio: il disco verde all’ordine del giorno della Lega sulla social card, con il Governo battuto in Aula. Il testo conferma anche l’azione di alleggerimento burocratico per le imprese: riduzione dei controlli su vari versanti, esclusi quelli della sicurezza sul lavoro e fiscale; un anno in più per il bonus Sud e banca dati unica per gli appalti.
Tra le ultime modifiche apportate al decreto dal Parlamento prima di concedere il suo sigillo definitivo, il ripristino della cosiddetta tassa sulle disgrazia, con la conferma del meccanismo che consente all’agenzia delle Dogane di incrementare le accise sui carburanti per reintegrare «in pari misura» le risorse prelevate dal fondo spese impreviste per fronteggiare le calamità naturali. Un altro correttivo è quello sulla liberalizzazione del cosiddetto “ultimo miglio” nel settore delle telecomunicazioni: entro quattro mesi l’Agcom dovrà individuare le misure per disaggregare i costi per l’accesso all’ingrosso alla rete fissa dal costo del servizio e rendere possibile agli operatori il ricorso per la manutenzione ad aziende terze.
«Esprimo soddisfazione per l’approvazione in via definitiva del decreto legge Semplifica Italia», ha detto ieri il ministro della Pubblica amministrazione, Filippo Patroni Griffi, subito dopo il via libera definitivo al provvedimento.
Tornando alla struttura del provvedimento, i pilastri restano l’addio ai certificati cartacei e la velocizzazione delle procedure. Oltre ai cambi di residenza in tempo reale, molti adempimenti potranno essere effettuati on-line: dal pagamento delle multe a quello dell’imposta di bollo. In quest’ultimo caso, entro tre mesi i ministeri dell’Economia e della Pa dovranno varare un decreto per stabilire le nuove modalità di versamento. Anche le cartelle cliniche diventano digitali e, dal 1° maggio 2012, i pagamenti all’Inps potranno essere effettuati facendo leva sulla moneta elettronica. La procedura on-line sarà obbligatoria per l’iscrizione all’università e anche i libretti per gli esami e i diplomi universitari diventeranno telematici. Le domande e i documenti per la partecipazione ai concorsi pubblici dovranno viaggiare solo via web.
Cambia poi la scadenza delle carte d’identità, che viene raccordata al giorno del compleanno del possessore. Novità per la patente: sul rinnovo agli “over 80” non si pronunceranno più le commissioni mediche (di cui peraltro il Dl ha creato le condizioni giuridiche per un rafforzamento), ma Asl e medici “militari”; i possessori di foglio rosa potranno esercitarsi anche di notte e in autostrada. Abolito il bollino blu.
Il provvedimento apre la strada anche a un intervento per ridurre i costi, su cittadini e imprese, collegati alle lungaggini amministrative: a breve il Governo varerà un decreto taglia-oneri burocratici. L’obiettivo dell’esecutivo è di ridurre del 25% i costi amministrativi sulle aziende. Oltre alla proroga di un anno del credito d’imposta per le assunzioni di giovani a tempo indeterminato nel Mezzogiorno e alla banca dati unica sugli appalti, è previsto un ulteriore snellimento della Scia, la segnalazione certificata di inizio attività nel settore dell’edilizia: non dovrà più essere corredata da attestazioni di tecnici abilitati se non in particolari casi. Sarà poi possibile produrre pane fresco anche di domenica e viene riportata a sei anni la durata delle licenze per caccia e tiro a segno.
Riparte la sperimentazione della social card nelle città con più di 250mila abitanti e vengono previsti pacchetti low cost per favorire il turismo di giovani, anziani e disabili.
Novità anche per gli immigrati: dal 2013 non verranno più richiesti i certificati legati alle leggi sull’immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari) perché saranno le amministrazione ad acquisire d’ufficio tutta la documentazione necessaria.

Le principali novità

FAMIGLIE

CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE
Le regole sui cambi di residenza in tempo reale acquistano efficacia 90 giorni dopo la pubblicazione del decreto in «Gazzetta Ufficiale»
Le dichiarazioni anagrafiche producono immediatamente gli effetti giuridici: questo significa che il cambio di residenza è effettivo dal momento dell’istanza

CARTA D’IDENTITÀ
Le nuove regole valgono per i documenti d’identità che saranno rilasciati o rinnovati dopo l’entrata in vigore del decreto legge semplificazioni
I documenti d’identità scadranno nella data del compleanno immediatamente successivo a quello della scadenza altrimenti prevista

SOCIAL CARD
Entro 90 giorni devono essere definiti i beneficiari, l’importo delle singole carte, le modalità di adozione e la decorrenza della sperimentazione
Nuova sperimentazione della social card nei comuni con più di 250.000 abitanti, per favorire la diffusione della carta tra le fasce in condizione di bisogno

PANIFICI APERTI LA DOMENICA
Le semplificazioni per le imprese di panificazione sono entrate in vigore il 10 febbraio 2012, data di entrata in vigore del Dl 5/2012
Le famiglie potranno comprare il pane fresco anche la domenica: è stata abolita la chiusura domenicale e festiva dei panifici

RINNOVO PATENTI ULTRA 80ENNI
Le nuove regole sono già in vigore al 10 febbraio scorso, data di entrata in vigore del decreto legge 5/2012
Non si deve più passare dalla Commissione medica locale: bastano visita e certificato anamnestico come per i più giovani

IMPRESE

COSA CAMBIA

CONTROLLI SULLE IMPRESE
Il Governo dovrà adottare regolamenti di delegificazione volti a razionalizzare, semplificare e coordinare i controlli. Non è previsto un termine
L’elenco dei controlli sulle imprese va pubblicato online. I controlli devono essere proporzionali al settore e alla dimensione e non devono essere duplicati

ASSUNZIONE LAVORATORI EXTRA UE
Le semplificazioni entrano in vigore il 1° gennaio 2013. Un Dm (entro 90 giorni) individuerà le modalità per l’acquisizione d’ufficio di una serie di documenti
Procedura agevolata per l’assunzione di lavoratori stagionali extra Ue se lo sportello unico, decorsi 20 giorni, non comunica al datore il proprio diniego

CREDITO D’IMPOSTA
Viene prorogato al 14 maggio 2013 il termine beneficiare del bonus. Un provvedimento delle Entrate regolerà termini e modalità di fruizione del credito di imposta
Prorogato di un anno il credito d’imposta per nuovo lavoro stabile nel Mezzogiorno. Le assunzioni agevolate possono essere fatte entro 14 maggio 2013

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE
L’Autorizzazione unica ambientale sarà disciplinata, entro 6 mesi, da un Dpcm che semplificherà anche gli adempimenti amministrativi
L’autorizzazione sarà rilasciata da un unico ente e sostituisce ogni comunicazione, notifica e autorizzazione ambientale

INFRASTRUTTURE ENERGETICHE STRATEGICHE
La novità è in vigore dal 10 febbraio scorso, ossia dalla data di entrata in vigore del decreto legge 5/2012
Autorizzazioni dei ministeri di Sviluppo economico e Infrastrutture, d’intesa con le Regioni, con iter unico di 180 giorni

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

COMUNICAZIONI TELEMATICHE
Entro 180 giorni il ministero dell’Interno dovrà emanare uno o più decreti attuativi, di concerto col ministero della Pa, sentita la Conferenza Stato-città
Dovranno essere solo telematiche le comunicazioni tra Comuni e questure e quelle relative ad atti di stato civile, anagrafe, liste elettorali e matrimoni

BOLLO TELEMATICO E PAGAMENTI INFORMATICI
Per l’imposta di bollo, occorre un decreto del ministero dell’Economia (di concerto con quello della Pa) entro 180 giorni. L’obbligo di Iban parte tra 90 giorni
Possibilità di pagare online l’imposta di bollo e di effettuare bonifici per le somme dovute alle Pa, che dovranno riportare sui loro siti istituzionali il codice Iban

CONCORSI
Per i concorsi banditi a partire dal 30 giugno prossimo, con nullità delle clausole contrarie. Dovranno adeguarsi anche le Regioni, ma senza un termine fissato
Le domande di partecipazione ai concorsi pubblici delle amministrazioni centrali si potranno presentare solo per via telematica

CARTELLE CLINICHE
Non esistono termini prefissati: dipenderà dalla pianificazione sanitaria nazionale e regionale, che però andrà adeguata da subito
Diffusione via via crescente della cartella clinica elettronica e dei sistemi di prenotazione elettronici

RIDUZIONE ONERI COMUNICAZIONI COMUNI
Entro 60 giorni il ministero dell’Interno, di concerto con quelli di Economia e Pa, dovrà fissare le modalità attuative
Modulo unico per la comunicazione dei dati correlati alla gestione contabile ad altri soggetti della Pubblica amministrazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *