Questo articolo è stato letto 0 volte

Più facile ricaricare le vetture elettriche

Fonte: Il Sole 24 Ore

ROMA – Installazione facilitata per le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici, limiti agli autotrasportatori e stretta sui guidatori con il “foglio rosa”. Sono alcune delle novità introdotte ieri in Parlamento al decreto semplificazioni. Che ha subito però un rallentamento e non arriverà in Aula prima di martedì. Per giunta privo delle due modifiche più attese: l’allungamento da sei mesi a un anno del permesso di soggiorno per gli immigrati che hanno perso il lavoro e l’estensione alle Pa locali e alle authority del tetto alle retribuzioni dei dirigenti pubblici. Entrambi i punti rischierebbero, infatti, di incappare nella tagliola dell’inammissibilità dopo i ripetuti richiami del capo dello Stato, Giorgio Napolitano, a evitare la prassi dei decreti omnibus. Come conferma Oriano Giovannelli (Pd) che, insieme a Stefano Saglia, è relatore del provvedimento: «L’emendamento sui manager lo abbiamo istruito ma molto probabilmente non se ne farà niente per la sua inammissibilità manifesta». Un tema questo che ha monopolizzato gran parte della discussione di ieri visto che sette proposte su una quindicina presentate dai relatori sono state respinte in base a criteri di ammissibilità. Questa circostanza, abbinata all’ostruzionismo della Lega, ha portato le commissioni Affari costituzionali e Attività produttive a interrompere l’esame arrivate all’articolo 35 (su 63 complessivi). La votazione sui circa 300 emendamenti che ancora restano riprenderà martedì mattina così da permettere già nel pomeriggio l’approdo in assemblea del Dl. Con 24 ore di ritardo rispetto alla tabella di marcia originaria. Passando alle novità introdotte ieri spiccano le due destinate agli autotrasportatori (revisione ogni anno anziché due della scatola nera dei camion e cancellazione dell’albo per le imprese che per oltre due mesi restano senza autoveicoli adibiti al trasporto merci) e uno per gli automobilisti (divieto per il conducente minorenne di guidare in autostrada o di notte nella corsia di sorpasso). Oltre alla citata semplificazione delle procedure per l’installazione delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *