Questo articolo è stato letto 0 volte

Permessi e distacchi sindacali: parere favorevole del Governo all’ipotesi di accordo

Il Consiglio dei Ministri dell’11 giugno 2015 ha autorizzato il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia ad esprimere il parere favorevole del Governo sull’ipotesi di contratto collettivo nazionale quadro di modifica del contratto collettivo nazionale quadro del 3 novembre 2011 in materia di ripartizione di distacchi e permessi alle organizzazioni sindacali rappresentative nei comparti sottoscritto dall’ARAN il 22 gennaio scorso. L’accordo si è reso necessario a seguito della riduzione del 50% dei permessi e dei distacchi sindacali previsti dall’entrata in vigore del decreto legge 90 del 2014. In particolare l’accordo prevede: il recupero effettivo dei permessi concessi in eccesso a talune sigle sindacali e la rimodulazione dei piani di recupero dei permessi di cui al precedente accordo del 2011 a seguito dell’ulteriore rimodulazione effettuata con il predetto d.l. n. 90 del 2014. 

L’autorizzazione all’Aran alla sottoscrizione dell’Accordo è subordinata alla firma di una dichiarazione congiunta tra le parti (aran-sindacati) con la quale si chiarisce che il 30 per cento della quota residua dei permessi assegnati in acconto nell’anno 2015 e di cui all’art.4 dell’Accordo sono recuperati nel piano di compensazione previsto dall’art. 3 dello stesso Accordo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *