Questo articolo è stato letto 22 volte

Pensioni ricalcolate in base ai redditi

Fonte: Italia Oggi

L’Inps aggiorna le pensioni ai redditi. Infatti nel messaggio n. 12242/2011 comunica i risultati delle consuete operazioni di ricostituzione dei trattamenti, sulla base delle verifiche reddituali con i dati forniti dall’Agenzia delle entrate. È stata la legge n. 102/2009 a introdurre l’obbligo a carico dell’amministrazione finanziaria di trasmettere all’Inps i dati reddituali dei titolari di prestazioni previdenziali e/o assistenziali che siano collegate al reddito. Pertanto, l’istituto ha provveduto a richiedere all’Agenzia delle entrate la fornitura delle informazioni relative a: soggetti per quali non risultavano restituiti i modelli Red relativi agli anni 2005 e/o 2006; i soggetti ultrasettantacinquenni relativamente agli anni reddito 2007 e/o 2008; i soggetti che hanno percepito la cosiddetta somma aggiuntiva «pensioni basse» per l’anno 2008 per i quali non risultava pervenuta la dichiarazione reddituale. Ricevuti i dati fiscali, l’Inps ha ricostituito a livello centrale la verifica della congruità fra prestazioni collegate al reddito erogate ai predetti soggetti e quelle effettivamente spettanti in base alle dichiarazioni reddituali rese a consuntivo all’agenzia delle entrate. La quantificazione dei conguagli a debito è stata effettuata con riferimento al mese successivo a quello dell’ultima rata estratta. Pertanto: per le pensioni lavorate dal 21 aprile al 2 maggio 2011, la data di fine calcolo arretrati è «maggio 2011» con aggiornamento della rata di pensione da giugno 2011; per le pensioni lavorate dal 20 al 25 maggio 2011, la data di fine calcolo arretrati è «giugno 2011» e l’aggiornamento della rata da luglio 2011. Ai pensionati interessati, l’Inps invia come sempre una comunicazione personalizzata differenziata a seconda delle modalità di recupero utilizzate, ossia per i casi in cui è attivato un piano di recupero centrale o per i debiti che devono essere gestiti dalle sedi territoriali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *